Home / Cronaca / No Green Pass, ancora manifestazioni a Udine e Trieste

No Green Pass, ancora manifestazioni a Udine e Trieste

Poche centinaia i manifestanti. E arriva lo slogan 'Vienna chiama Udine risponde'

No Green Pass, ancora manifestazioni a Udine e Trieste

Ancora manifestazioni 'no Green Pass' a Udine e a Trieste.

Nel capoluogo friulano i manifestanti, poche centinaia, sono partiti da piazzale Chiavris alle 18, passando per viale Volontari della Libertà, sempre scortati dalle forze dell'ordine. La polizia monitora che i 'no pass' rispettino il tragitto prestabilito, senza attraversare il centro del capoluogo friulano, come stabilito dalla recente ordinanza prefettizia, che ha individuato le 'zone sensibili' della città. Tra gli slogan urlati, anche una new entry 'Vienna chiama Udine risponde', in solidarietà con i manifestanti scesi in piazza in Austria, dove da lunedì scatterà il lockdown generale e, da febbraio, sarà introdotto l'obbligo vaccinale.

A Trieste, circa duecento persone, secondo la Questura, hanno partecipato al sit-in in piazza Libertà, presidiata dalle forze dell'ordine, promosso da Alister, Associazione per la libertà di scelta delle terapie mediche. Tra i manifestanti anche Fabio Tuiach, l'ex portuale licenziato dopo le manifestazioni a cui avrebbe partecipato mentre era in malattia, e il consigliere comunale del Movimento 3V, Ugo Rossi.

Anche qui non sono mancati i cartelli di solidarietà con l'Austria e, sotto il palco, uno striscione contro il sindaco Dipiazza, con alcune sue immagini senza mascherina. Il riferimento è all'ordinanza del primo cittadino che ha ribadito l'obbligo del distanziamento e dell'uso delle mascherine (che non tutti indossano) durante le manifestazioni, prassi che deve essere controllata da un servizio d'ordine degli organizzatori.

Stefano Puzzer e una rappresentanza di portuali di Trieste, invece, hanno partecipato alla manifestazione 'no pass' di piazza Castello, a Torino. 

3 Commenti
Mantini

A malipavel, lei non ha argomenti perchè non ne è capace. Auguri di buona vita.

Mantini

Non ci sono più molte cose da dire. Ho potuto constatare di persona quanto efficace sia stato il "lavaggio del cervello" effettuato dal mainstream+giornaloni. Io sono NOPASS e FREEVAX e lo scrivo perchè, tra pochissimo ci si "identificherà" solo in questo modo in italia. Ho tentato di avviare un dialogo/confronto con i miei concittadini e ho constatato che davvero "non c'è peggior sordo di chi non vuole ascoltare". L'effetto TERRORE, così ben organizzato, ha dato i suoi frutti. La "schiacciante maggioranza" (come mi sono sentito dire... "schiacciante") VUOLE IL VACCINO E VUOLE IL GREENPASS perchè ritiene che questi due strumenti daranno SALVEZZA E LIBERTA'. IO SONO SANO e non ho bisogno di dimostrarlo ogni 48 ore e pagando pure! SONO SANO (una rarità) ma presto in italia non potrò entrare nemmeno in un bar o accedere ai servizi pubblici. Io sono e valgo MENO DI UN CANE. Ringrazio LA MAGGIORANZA dei miei concittadini per questo. Lascio A LORO vivere in quello che rimane e quello che sarà di questo "paese". Sto facendo le valigie e la "schiacciante maggioranza" sarà finalmente CONTENTA e si sentirà AL SICURO. Mi sentirò AL SICURO anche io. Per fortuna c'è ancora qualche posto nel mondo dove questa FOLLIA non ha attecchito così profondamente, dove si può vivere ancora in modo normale. Andrò in una di queste NAZIONI e porterò con me ogni cosa, dai miei ricordi alla mia professionalità. Auguro veramente tanta fortuna a chi resta perchè ne ha veramente tanto tanto bisogno. Un Ingegnere Aerospaziale prossimo alla partenza.

malipavel

.....ecco bravo, ottima idea!!!...e se vuoi, il biglietto te lo paghiamo noi "maggioranza terrorizzata senza cervello" ....però ti prego facci un favore favore...se riesci porta con te anche qualche tuo collega così andate a costruire i missili in antartide...

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori