Home / Cronaca / Nuova manifestazione no Green Pass a Trieste

Nuova manifestazione no Green Pass a Trieste

Duemila persone hanno sfilato contro Governo e Regione. E Puzzer annuncia denunce per lo sgombero del porto

Nuova manifestazione no Green Pass a Trieste

Nuova manifestazione del Movimento no Green Pass oggi a Trieste. Circa duemila persone hanno sfilato contro le misure imposte da Governo e Regione. Il corteo, che non ha registrato disordini, è partito intorno alle 16.30 da piazzale delle Puglie, nella zona di Chiarbola, per proseguire lungo via Lorenzetti, via Orlandini, via dell'Istria, campo San Giacomo, largo Pestalozzi, via Molino a Vento, piazza Garibaldi, via Pascoli, via Conti e concludersi, attorno alle 20, in piazza Perugino.

Evitate le zone più centrali, dunque, dopo che le varie ordinanze hanno vietato le manifestazioni tra piazza Unità e il cuore della città. In testa c’erano i sanitari sospesi, con le tute diventate simbolo dell’emergenza.

Nel frattempo, è tornato sotto i riflettori anche Stefano Puzzer. Il leader dei portuali ha convocato una conferenza stampa - in qualità di esponente del Clpt, da poco disconosciuto dall'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale come sindacato - per ripercorrere l'attività in porto prima e come rappresentante del movimento 'no Green Pass' poi.

Nel mirino proprio l’autorità portuale e il suo presidente Zeno D’Agostino. Puzzer ha annunciato l'arrivo di una serie di denunce dopo lo sgombero del varco 4 del 18 ottobre, indirizzate a chi ha fatto entrare le forze dell'ordine in porto e a chi ha dato l'ordine d'intervenire. Più in generale le azioni legali saranno rivolte "a chi ci ha offeso dicendo che siamo come le brigate rosse e ha definito i non vaccinati untori e disertori. Noi non siamo contro nessuno e non vogliamo che la gente venga divisa tra vaccinati e no".

Puzzer ha poi annunciato che i portuali sono pronti a schierarsi a difesa di Fabio Tuiach, l'ex pugile licenziato per giusta causa dal porto in quanto avrebbe manifestato in piazza mentre era in malattia. "Andremo avanti fino a quando non toglieranno Green Pass e obbligo vaccinale".

3 Commenti
richy56@msn.com

Siamo in Italia signori...

Stiefin8

Bene bene, spero proprio che Puzzer si mangi tutto in avvocati e spese legali.
Questa gente non sa cosa sia la vergogna.

Sevi

Ma si, dai... Chissenefrega se saremo tutti chiussi a Natale, ancora anziani morti, ancora ospedali e terapie intensive piene di persone che non respirano. Fedriga e Riccardi si sono garantiti 2000 voti, puzzer potrà candidarsi per le prossime elezioni e l'inps ringrazia.

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori