Home / Cronaca / Palazzo Belgrado ricorda Carmen Galdi

Palazzo Belgrado ricorda Carmen Galdi

Il Consiglio provinciale di Udine si è fermato per commemorare la consigliera provinciale scomparsa in seguito a un'accidentale caduta domestica

Palazzo Belgrado ricorda Carmen Galdi

Un mazzo di rose rosse posato dal capogruppo del Pd Salvatore Spitaleri e, accanto, i gigli bianchi omaggio del Consiglio provinciale posti dal presidente Fabrizio Pitton. Il ricordo dei colleghi del Partito democratico attraverso la voce del capogruppo Spitaleri, e l’omaggio dell’intera assemblea attraverso gli interventi del presidente Pitton, dei capigruppo Mauro Bordin, Renato Carlantoni, Bruno Nino, Federico Simeoni e del consigliere Fabrizio Dorbolò.

Oggi, il Consiglio provinciale di Udine si è fermato per commemorare la consigliera provinciale Carmen Galdi, scomparsa sabato sera per le complicazioni conseguenti ad una accidentale caduta domestica. Il presidente Pitton ha ricordato il percorso formativo, l’impegno professionale della consigliera nel mondo della scuola, la passione per l’arte scenica, il teatro e il costante impegno politico e civile a favore della causa femminile, delle pari opportunità e della promozione della cultura svolto prendendo parte a tante iniziative tra cui le commissioni comunali. “Anche all’interno della Provincia aveva mantenuto questo suo impegno – ha precisato Pitton - : in questa aula si è fatta apprezzare per la sua chiarezza di esposizione, la sua visione d’insieme, la fermezza dei principi che intendeva portare avanti. Proprio recentemente, in una riunione del consiglio direttivo dell’Upi di cui era componente, mi aveva sollecitato a prestare più attenzione e a tenere in debita considerazione la componente femminile nella guida delle 4 commissioni”.


“La sua disponibilità nei confronti del prossimo, così apprezzata da tutti noi nel suo impegno politico, - ha aggiunto Pitton - è stata interpretata anche dai familiari nel momento più difficile. Con un gesto di estrema generosità, infatti, hanno permesso l’espianto degli organi, dando così nuova speranza ed energia, l’energia di Carmen, ad altre persone che ne sapranno ancora, in questo modo, apprezzare le doti umane e morali. E proprio a loro, al marito Roberto e ai figli va tutto il nostro cordoglio, la nostra vicinanza in uno dei momenti più tristi che una famiglia possa vivere. Augurando loro di poter coltivare in futuro quel seme di generosità e impegno che la nostra collega Carmen ha lasciato”.  

“Il Pd oggi stringendosi alla famiglia, alle persone care di Carmen vuole ricordare come la sua vita, l’impegno politico e sociale fossero a tutto tondo. Nelle istituzioni, nella scuola, nel sindacato, nel suo quartiere, nella sua circoscrizione” ha esordito Spitaleri tracciando l’impegno quotidiano della collega Galdi verso una società che riconosca tutte le donne e gli uomini come uguali. “Lavorare e impegnarsi, testimoniare, affinché non ci sia semplicemente una petizione di principio sull’uguaglianza ma che le pari opportunità siano sperimentate, vissute, in ogni azione civile e politica. A noi preme oggi – ha concluso Spitaleri - continuare quella battaglia e impegno che Carmen ci ha consegnato un po’ troppo presto e improvvisamente”.

Vicinanza ai familiari e al gruppo consiliare del Pd da parte della Lega Nord. “Carmen Galdi – ha detto il capogruppo Bordin – impersonificava il rapporto che c’è in questo Consiglio, un rapporto fatto di correttezza, rispetto, determinazione nell’attività amministrativa, ma anche nel perseguire impegno e ideali”. Parole di profondo affetto quelle del capogruppo Carlantoni (Fi). “Questo Ente ha perso una persona valida, preparata, onesta e sincera che si distingueva per discrezione, fermezza e grande voglia di lavorare. Un abbraccio sincero al gruppo del Pd, vicinanza vera ai familiari”. Le più sentite condoglianze alla famiglia e al gruppo consiliare del Partito Democratico anche da parte dell’Udc per voce del capogruppo Bruno Nino. “In questi momenti – ha detto Federico Simeoni - le parole devono lasciare il posto al silenzio; ricordiamo Carmen con la sua attività”. Fabrizio Dorbolò ha salutato la collega e compagna Carmen Galdi ricordando la sintonia politica su varie questioni. “Noi – ha concluso - dobbiamo continuare la lotta politica e le battaglie in cui lei credeva”.

Articoli correlati
0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori