Home / Cronaca / Porto Nogaro, sequestrati 300 metri di rete da pesca illegale

Porto Nogaro, sequestrati 300 metri di rete da pesca illegale

Era posizionata all’interno del canale navigabile di accesso, ma è stata rimossa dalla Guardia Costiera

Porto Nogaro, sequestrati 300 metri di rete da pesca illegale

Continua l’attività della Guardia costiera di Porto Nogaro a tutela dell’ambiente e della sicurezza della navigazione. Nei giorni scorsi, circa 300 metri di rete da posta, posizionati all’interno del canale navigabile di accesso al porto, sono stati posti sotto sequestro dai militari della Motovedetta CP551, durante le costanti attività di pattugliamento marittimo.

Il sequestro, solo l’ultimo in ordine di tempo, rientra nell’attività di contrasto ai fenomeni della pesca illegale e dell’immissione lungo la filiera di prodotti privi di tracciabilità e pertanto “non sicuri”, a tutela sia del consumatore finale, sia di coloro che in tale settore operano nel rispetto delle regole.

L’attrezzo da pesca sequestrato, privo di elementi identificativi e di segnalazione obbligatori, è stato rinvenuto in zona vietata, in quanto posizionato all’interno del canale navigabile di accesso. La rete così collocata, chiudeva totalmente il canale, mettendo in pericolo la sicurezza della navigazione e dei traffici.

All’interno della rete sono stati ritrovati pochi esemplari di pesce ancora in vita, subito rigettati in mare, segno che la stessa era stata posizionata da poco tempo.

Queste condotte, lungo i canali navigabili, sono assolutamente vietate, sia ai pescatori professionisti sia ai pescatori sportivi, in quanto idonee di creare pericolo concreto alle unità navali in transito.

La Guardia Costiera ricorda a tutti quelli che intendono prendere il mare, di consultare i bollettini meteo, gli avvisi ai naviganti e le Ordinanze vigenti nelle zone di mare di interesse, avendo cura di segnalare al numero blu 1530 della Guardia Costiera e/o al 112, ogni criticità per la salvaguardia della vita umana in mare, la sicurezza della navigazione e la tutela dell’ambiente marino.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori