Home / Cronaca / Premariacco torna a tremare

Premariacco torna a tremare

Con la pioggia, sono ricominciate le misteriose vibrazioni nelle case vicine al Natisone

Con il ritorno delle precipitazioni, sono ricominciate le misteriose vibrazioni nelle case vicine al Natisone nella zona del Ponte di Premariacco. In alcune abitazioni di via Ponte Romano infissi, porte e finestre sono tornate a vibrare, anche con maggiore intensità rispetto a due mesi fa, quando il sindaco aveva chiesto l'intervento dei sismologi.

"La spiegazione, a questo punto" ha spiegato il primo cittadino Roberto Trentin "è sicuramente legata all'innalzamento dell'acqua nel Natisone. Per più di due mesi non ha piovuto e non si erano registrati movimenti. Oggi, invece, il livello dell'acqua si è alzato e le vibrazioni sono tornate".

I sismologi dell'Ogs, che due mesi fa avevano installato, alla base del ponte Romano, alcuni sismografi e altre attrezzature per registrare il tremore, avevano supposto che la spiegazione fosse in alcune cavità carsiche sotterranee, forse scoperte da alcune grandi frane che avevano modificato le alte sponde del fiume, che, con l'innalzarsi del livello dell'acqua, si riempiono, causando questo fenomeno.

"Le apparecchiature" racconta Trentin "sono ancora posizionate, quindi avranno sicuramente registrato questi ultimi eventi. Abbiamo già allertato gli scenziati e lunedì ragioneremo sul da farsi".

Anche il Ponte Romano è stato sotto osservazione da parte di Fvg Strade, che, però, ne ha sancito la sicurezza.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori