Home / Cronaca / Sereni Orizzonti, Massimo Blasoni resta in carcere

Sereni Orizzonti, Massimo Blasoni resta in carcere

Il Tribunale del Riesame non ha accolto l'istanza di scarcerazione per il presidente del Gruppo

Sereni Orizzonti, Massimo Blasoni resta in carcere

Il Tribunale del Riesame di Trieste si è espresso: Massimo Blasoni, presidente di Sereni Orizzonti, resta in carcere. La pronuncia è arrivata nella serata di martedì, dopo che l'udienza si era aperta alle 9 del mattino, per proseguire fino alle 14.

Blasoni tascorrerà la sua 21esima notte in via Spalato. Mercoledì 13 il collegio difensivo, con i legali Luca Ponti e Fausto Discepolo, si riunirà per definire le azioni da mettere in atto.

Blasoni si è sempre dichiarato estaneo a un disegno orchestrato per fare mancare qualsiasi tipo di assistenza agli anziani.

Per due dei sette indagati nell'inchiesta della Guardia di Finanza di Udine per l'ipotesi di truffa ai danni del sistema sanitario, invece, è stata accolta l'istanza di scarcerazione.

Resta in carcere anche Judmilla Jani, la direttrice a capo delle strutture di Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Sicilia ed Emilia Romagna.

La scorsa settimana era stato scarcerato Marco Baldassi, braccio destro del presidente Blasoni. In quel caso era stato il gip del Tribunale di Udine, Mariarosa Persico, ad accogliere l'istanza presentata dagli avvocati difensori Luca Ponti e Giovanni Donazzolo di disporre una misura cautelare meno restrittiva, sostituendo, dunque, il carcere con gli arresti domiciliari.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori