Home / Cronaca / Spaccio a San Vito, scoperto un giro da 150mila euro

Spaccio a San Vito, scoperto un giro da 150mila euro

Maxi-operazione dei Carabinieri, che ha permesso di sgominare la ‘piazza’ locale. Due 50enni nei guai

Spaccio a San Vito, scoperto un giro da 150mila euro

I Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Pordenone hanno sgominato un sodalizio criminoso composto da un uomo di 54 anni della provincia di Treviso e da un 57enne di San Vito al Tagliamento, entrambi gravati da pregiudizi per droga, che gestivano la ‘piazza’ di San Vito.

L’indagine, avviata lo scorso gennaio e coordinata dalla Procura della Repubblica di Pordenone, ha consentito di addebitare ai due la responsabilità di innumerevoli cessioni di cocaina a vari assuntori che frequentano il paese, in particolare un bar - chiuso per 60 giorni dal Questore di Pordenone - diventato meta di ritrovo per le cessioni di droga. I due uomini, dividendosi i compiti con particolare astuzia e determinazione, usavano il locale per rapidi scambi di denaro-stupefacente, molti dei quali documentati nel corso delle indagini. Le cessioni avvenivano anche nell’abitazione di uno dei due, usata pure per incontrare una cerchia più ristretta di persone con le quali trascorrere il resto della serata.

Il traffico è emerso grazie ad alcuni servizi mirati svolti da militari in borghese che, attraverso una fitta rete di contatti e una costante presenza sul territorio, hanno raccolto le informazioni necessarie per l’indagine, in collaborazione con la Polizia Locale. I due indagati sono stati rinviati a giudizio e ora dovranno rispondere, in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Uno dei due è stato anche arrestato, in flagranza di reato; è considerato la figura di spicco e il vero procacciatore dello stupefacente che, con cadenza giornaliera, immetteva sulla piazza di San Vito. A suo carico, al termine delle indagini, sono state riscontrate oltre 500 cessioni per un totale 1,5 chili di droga, per un valore di oltre 150.000 euro, per lo più spacciate nei pressi e all’interno del locale.

Sono stati segnalati alla Prefettura una ventina di assuntori emersi nel corso delle indagini.

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori