Home / Cronaca / Sport in lutto, si è spento Alessandro Talotti

Sport in lutto, si è spento Alessandro Talotti

Il campione di salto in alto è morto a 40 anni dopo mesi di battaglia contro un tumore

Sport in lutto, si è spento Alessandro Talotti

Volare alto era la sua specialità, dalla pedana alla lotta alla malattia, agli eventi organizzati, al matrimonio con la sua Silvia una decina di giorni fa. Provato dalla malattia le aveva giurato amore eterno ed era riuscito, comunque, a regalare uno dei suoi enormi sorrisi.

Il suo ultimo salto lo ha portato, però, via ai suoi affetti, alla donna con la quale aveva combattuto la battaglia contro il tumore all’intestino, al piccolo Elio, nato il 31 ottobre del 2020. Alessandro Talotti ha chiuso gli occhi per sempre, a 40 anni, nella sua Udine.

Pluricampione italiano di salto in alto, per otto anni aveva fermato il primato tricolore sui 2 metri e 32. Nella sua carriera due Olimpiadi (Atene 2004 e Pechino 2008) e un quarto posto agli Europei nel 2002. Ma il talento non era solo quello atletico. Era stato consigliere nazionale della Fidal, per il Coni era attualmente delegato di Udine e aveva organizzato con successo il format Udin Jump Development, con il quale ha portato a Udine i grandi nomi della disciplina che ha tanto amato.

Laureato in scienze Motorie e Sportive, facoltà dove insegnava anche all’università di Udine, dopo la carriera agonistica è sempre stato al servizio delle istituzioni ed era un apprezzato massofisioterapista. Nel 2018 si era anche candidato nella lista civica a sostegno del candidato sindaco Vincenzo Martines.

Elegante, nel gesto atletico come nella vita, entusiasta, trascinatore, Talotti lascia un vuoto enorme nel mondo dello sport, che aveva tifato con affetto infinito per lui e che oggi ha il cuore a pezzi.

Tantissimi i messaggi di cordoglio, dal Coni alla Fidal, passando per le società sportive friulane, a partire dall'Udinese calcio, di cui Talotti era da sempre un appassionato tifoso. Anche la politica piange per la sua morte.

Straziante l’addio sui social della moglie Silvia Stibilj, campionessa di pattinaggio: “Buonanotte Angelo mio! Grazie per tutte le cose spettacolari che abbiamo vissuto assieme... grazie per il dono più grande che mi hai lasciato... grazie per esser stato semplicemente te stesso! Ti amo ora e per sempre”.

"Con i tuoi salti ci hai regalato tante emozioni...oggi, purtroppo, un grandissimo dolore. Sei volato troppo in alto ma resterai per sempre con noi...uno di noi. Ciao, Alessandro!", le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò.

"A nome di tutta la comunità regionale rivolgo alla moglie, al piccolo Elio, ai genitori, alla sorella e ai parenti le condoglianze per la scomparsa di Alessandro, che ha dimostrato fino alla fine una grande forza d'animo nell'affrontare la malattia che l'ha strappato prematuramente alla vita". Lo ha detto oggi il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, a poche ore dalla scomparsa a soli 40 anni di Alessandro Talotti, friulano, campione azzurro di salto in alto che da circa un anno combatteva contro un tumore.

"Pur nel dolore e nelle difficoltà che il male ha causato - ha affermato Fedriga -, Alessandro ha avuto il coraggio e la volontà di vivere donando amore e gioia fino alla fine: prima con la nascita del figlio e poi sposando, solo pochi giorni fa, la sua Silvia, anche lei come lui campionessa nello sport e nella vita".

"Il ricordo che ho di lui è di uomo di grande sensibilità e generosità; con la sua scomparsa, non solo la comunità sportiva ma tutti noi perdiamo un esempio da seguire, un punto di riferimento per crescere". Questo il pensiero che Piero Mauro Zanin, da presidente del Consiglio regionale ma non da meno personale, rivolge alla scomparsa del saltatore udinese Alessandro Talotti.

"Alessandro - così ancora Zanin - ci ha lasciati prematuramente e di lui ci mancheranno soprattutto la voglia di vivere e uno speciale saper vedere anche nelle piccole cose, cose importanti. Il tumore lo aveva segnato, ma non era riuscito a togliergli il sorriso, sino all'ultimo. L'abbraccio del Consiglio regionale spero arrivi forte alla moglie, Silvia Stibilj, al figlioletto Elio".

"È stato un campione nello sport e nella vita, Alessandro Talotti. E campionessa nello sport e nella vita è Silvia Stibilj. Siamo vicini a lei e al piccolo Elio", scrive l'assessore regionale allo sport Tiziana Gibelli.

“La scomparsa di Alessandro Talotti lascerà un vuoto incolmabile in tutti coloro che hanno conosciuto la sua forza, la sua generosità, la voglia di vivere che fino all’ultimo ha saputo avere, anche nella lotta contro la malattia. Ma, come capita a ogni vero campione, il talento di Alessandro, prima ancora che sportivo, è stato umano; è stata la capacità di dare sempre all’altro qualcosa di sé, qualcosa di positivo, di sincero, di vero, fosse anche solo un sorriso, una parola gentile o l’entusiasmo nel presentare un nuovo progetto”. Lo dichiara il Sindaco Pietro Fontanini.

“Oggi il pensiero non può che andare alla moglie e al figlio, cui rivolgo, a nome dell’Amministrazione e di tutta la cittadinanza, le più sincere e commosse condoglianze, con la promessa che la città di Udine saprà onorare il nome di Alessandro”, conclude Fontanini.

Il Sindaco di Campoformido Erika Furlani, a nome di tutta la comunità, lo ricorda: "Alessandro ha dato onore al suo paese natale, al Friuli e all'Italia con prestazioni di altissimo livello. Porgo, a nome di tutti, le più sentite condoglianze alla sua giovane moglie Silvia, al piccolo Elio, ai genitori, alla sorella e a tutti i familiari".

"Perdiamo un campione determinato, conscio del suo valore, ma allo stesso tempo disponibile e gentile, consapevole del ruolo sociale dello sport. Un simbolo di un Friuli moderno capace di essere a suo agio nel mondo, ma legato da sempre alla sua terra e impegnato nella comunità. Esprimiamo vicinanza e condoglianze alla famiglia. Mandi Alessandro", scrive il segretario del Pd provinciale di Udine Roberto Pascolat.

"Davvero una triste notizia la scomparsa dell’amico Alessandro Talotti. Campione di salto in alto, aveva partecipato alle Olimpiadi di Atene e Pechino. Alla moglie Silvia e al figlio Elio un forte e commosso abbraccio. Ciao Ale". Lo scrive su Twitter la presidente del gruppo Pd della Camera Debora Serracchiani, esprimendo il suo cordoglio.

"Una storia di coraggio e di grande umanità. Ci ha insegnato che bisogna aver sempre voglia di fare un centrimetro in più. Ciao Alessandro", sono le parole della coordinatrice di Forza Italia, Sandra Savino.

"È saltato in cielo a soli 40 anni un campione dell’atletica. Dai record alle Olimpiadi ai suoi progetti, se ne va un vero gigante dello sport. Una vero signore, ci mancherà il suo sorriso. A Dio, Alessandro", scrive il deputato di Fratelli d'Italia, Walter Rizzetto.

"Ciao Alessandro. Eri una grande persona prima che un grande atleta. E’ orgoglio e fortuna averti conosciuto", è il ricordo del segretario del Pd Fvg, Cristiano Shaurli, a cui si associa anche la senatrice Tatjana Rojc: "Onore ad Alessandro Talotti, un Campione nello sport, ma soprattutto nella vita! R.I.P".

"Un grande campione di sport e di vita ci ha lasciati troppo prematuramente. Addio Alessandro Talotti, riposa in pace. Da lassù veglia e proteggi la tua famiglia", scrive l'assessore regionale Sergio Emidio Bini.

"Addolora profondamente la notizia della scomparsa di Alessandro Talotti, un giovane uomo che è stato e rimarrà orgoglio per il nostro territorio, esempio per molti giovani non solo sportivi, per il suo impegno che travalicava l’essere atleta, animato anche da un forte impegno civile. Esprimo alla sua famiglia tutta la mia vicinanza", afferma il consigliere regionale del Pd, Sergio Bolzonello.

"Con profondo dolore esprimo tutta la mia vicinanza alla famiglia di Alessandro Talotti per la sua prematura scomparsa", sono le parole del consigliere di Open Sinistra Fvg Furio Honsell. "E' stato una figura di spicco nel mondo dello sport mondiale e udinese. Alessandro Talotti, oltre a essere uno straordinario atleta, era anche animato da un forte impegno civile. Come Sindaco lo apprezzai molto per la sua dedizione alla promozione dello sport giovanile come rappresentante provinciale del Coni e come promotore di grandi evento che dessero lustrolla grande tradizione del salto in alto in Friuli. Era sempre prodigo di suggerimenti per i più giovani, senza lasciare nessuno indietro, anche attraverso la sua attività di fisioterapista. Con Alessandro Talotti Udine e l'Italia perdono un atleta generoso e un leader sportivo esemplare".

Le condoglianze alla famiglia da parte di tutta la redazione di Mediafriuli.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori