Home / Cronaca / Tragico epilogo per la scomparsa di Giulio Regeni: trovato un cadavere in un fosso

Tragico epilogo per la scomparsa di Giulio Regeni: trovato un cadavere in un fosso

Il corpo di un giovane è stato rinvenuto alla periferia del Cairo, lungo una strada che conduce ad Alessandria. Il cordoglio della presidente del Fvg Serracchiani

Tragico epilogo per la scomparsa di Giulio Regeni: trovato un cadavere in un fosso

Tragico epilogo per la scomparsa del giovane friulano, originario di Fiumicello, Giulio Regeni, 28 anni dottorando dell'univiersità di Cambridge. Il cadavere di un giovane di circa 20 anni è stato rinvenuto alla periferia del Cairo, lungo una strada in mezzo al deserto che conduce ad Alessandria. Secondo quanto riferito dalle fonti egiziane il corpo sarebbe stato trovato in un fosso.
Cordoglio del ministro Gentiloni
"In attesa di conferme da parte delle autorità egiziane - si legge in una nota ufficiale della Farnesina diffusa in tarda serata di mercoledì 3 febbraio - il ministro degli Affari Esteri Paolo Gentiloni ha espresso il profondo cordoglio personale e del Governo ai familiari che si trovano in Egitto e che sono stati informati della notizia". 
I genitori di Giulio, assistiti dall’ambasciatore italiano in Egitto, Maurizio Massari, saranno raggiunti in serata dal ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, che ha sospeso la sua visita in corso nella capitale egiziana. "Il Governo italiano ha richiesto alle autorità egiziane il massimo impegno per l’accertamento della verità e dello svolgimento dei fatti, anche con l’avvio immediato di un’indagine congiunta con la partecipazione di esperti italiani sul posto - conclude la nota -".


Si attende l'identificazione del corpo
A diffondere la notizia del ritrovamento è la polizia egiziana che però non ha fornito certezze sull'identità della giovane vittima. Per una conferma ufficiale si attende il riconoscimento da parte dei genitori, che dalla scorsa settimana si trovano in Egitto per seguire da vicino la vicenda.
La casa della famiglia Regeni, a Fiumicello
La stampa egiziana conferma l'identità
La stampa egiziana, invece, non pare avere dubbi sull'identità del giovane, diffondendo anche dettagli sulla morte. Secondo la stampa egiziana, infatti, il corpo presenta segni di violenze e non sarebbe stato ucciso sul posto, ma trasportato in un secondo momento nel luogo del ritrovamento.
Sgomento e tristezza
"Siamo sgomenti per le notizie che si stanno apprendendo in queste ore sulla sorte di Giulio Regeni - ha affermato la presidente del Fvg, Debora Serracchiani, commentando le ultime novità sulla scomparsa di Giulio Regeni.

"Siamo di fronte a un evento tragico, che abbiamo sperato con forza non avesse l'esito che ha avuto. Il nostro pensiero è tutto per la famiglia, che sta vivendo momenti di indicibile sofferenza. Fin dall'inizio la scomparsa del nostro corregionale è apparsa difficile da capire, per cui auspichiamo che sia fatta luce completa su ogni particolare di questo dramma terribile".

 

Walter Rizzetto, su Twitter, commenta: "Profonda, profondissima tristezza, non doveva finire così. Condoglianze ai suoi cari".

Articoli correlati
0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori