Home / Cronaca / Tramonti, sgomberate le famiglie arcobaleno

Tramonti, sgomberate le famiglie arcobaleno

Ordinanza firmata dal sindaco Giacomo Urban per rischio di sicurezza idraulica e di incendio

Tramonti, sgomberate le famiglie arcobaleno

Il raduno nazionale delle famiglie arcobaleno a Tramonti di Sopra è finito in anticipo. Nonostante gli hippies in arrivo da tutta Italia e non solo fossero stati accolti positivamente dalla cittadinanza, ci sono motivazioni di sicurezza che hanno spinto il sindaco Giacomo Urban a firmare un’ordinanza di sgombero per le località Sot Maleon e Nubrist.

Il rischio idraulico dei terreni e la possibilità che possano scoppiare incendi a seguito dei fuochi accesi dai campeggiatori ha spinto le autorità a dire basta. Dopo un sopralluogo della Polizia locale dell’Uti, della Forestale e dell’Azienda sanitaria, il primo cittadino ha firmato lo sgombero.

“Nella comunicazione della Polizia locale, datata 12 luglio, si mette in evidenza che i terreni interessati dagli accampamenti abusivi sono assoggettati a vincolo di pericolosità idraulica" si legge nel documento. "In tali terreni sono stati notati alcuni punti in cui insistono fuochi accesi: una simile situazione viene meno alle condizioni di sicurezza, visti la zona e il periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi. Si ritengono indispensabili e improrogabili allontanamento e sgombero delle aree interessate dal campeggio abusivo, considerate la pericolosità dello stato dei luoghi e le gravi carenze riscontrate, a tutela dell'ambiente”, conclude l’ordinanza.

Un ritrovo non fortunato, per le Rainbow Family, quello di Tramonti, dove due anni fa, nel caso dell'evento europeo, ci fu un caso di tifo e un morto a causa di un nubifragio, compensati dalla nascita di due bambini.

Nei giorni scorsi, inoltre, un partecipante canadese era scivolato nei boschi ed era stato ritrovato sano e salvo dai vigili del fuoco e dalla Protezione civile dopo lunghe ricerche.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori