Home / Cronaca / Trasporto scolastico, mezzo sequestrato a Ronchi

Trasporto scolastico, mezzo sequestrato a Ronchi

Lo scuolabus, della ditta Tundo, era senza assicurazione e posteggiato lungo via dei Campi

Trasporto scolastico, mezzo sequestrato a Ronchi

Non finiscono i problemi per la ditta Tundo, la società di Zollino, in provincia di Lecce che, nel settembre del 2020, si era aggiudicata, anche a Ronchi dei Legionari, la gestione del servizio di trasporto scolastico con i suoi mezzi e il suo personale.

La Polizia locale ronchese ha provveduto al sequestro cautelativo ai fini della confisca di uno dei mezzi che, privo di copertura assicurativa, si trovava ancora parcheggiato lungo via dei Campi. La Municipale al comando del commissario Paola Trinco ha applicato l'ex articolo 213 del codice della strada che, tra le altre cose, ha previsto la rimozione dello scuolabus e il suo affidamento a un custode giudiziario che, se non fossero ottemperati gli obblighi di legge, potrà disporre dello stesso anche con la futura vendita all'asta.

I titolari hanno tempo dieci giorni per rimettere in regola i mezzi altrimenti gli stessi saranno confiscati.

La Polizia locale ha anche comminato una contravvenzione del valore di 850 euro. Il mezzo, l'unico rimasto ancora sulla pubblica via, è stato rimosso con l'intervento di uno speciale carro attrezzi. “Un atto dovuto per legge – ha detto il sindaco, Livio Vecchiet – ma anche il triste epilogo di una controversa vicenda che, all'inizio dell'anno scolastico, ci ha messo nelle condizioni di affidare un nuovo appalto per il trasporto scolastico, con nuove e importanti spese”.

Già nel 2019 la prima “rivoluzione”. Il passaggio dal Comune di Ronchi dei Legionari all'Apt del servizio di trasporto scolastico. Lo scorso anno un nuovo cambiamento. Il servizio era stato affidato all’impresa Tundo che si è aggiudicata la gara europea per la stipula di convenzioni per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico per il Friuli Venezia Giulia, indetto dalla Regione, quale Centrale unica di committenza. La municipalità ronchese aveva previsto di spendere 31mila euro per il 2020 e, rispettivamente, 78.500 per il 2021 e per il 2022.

Articoli correlati
0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori