Home / Cronaca / Tre giovani tedeschi soccorsi nella notte sul Montasio

Tre giovani tedeschi soccorsi nella notte sul Montasio

Volevano raggiungere il Bivacco Luca Vuerich, ma non erano attrezzati per l'escursione

Tre giovani tedeschi soccorsi nella notte sul Montasio

Volevano raggiungere il Bivacco Luca Vuerich, sulla catena del Montasio, per trascorrervi la notte, attrezzati con cibo e sacchi a pelo ma con calzature sportive da città i tre escursionisti tedeschi, tutti del 2001, che erano partiti nel pomeriggio (probabilmente molto tardi) e che sono stati soccorsi questa notte dalla stazione di Cave del Predil del Soccorso Alpino e dalla Guardia di Finanza, dopo che avevano chiesto aiuto al 112.

Gli otto soccorritori, divisi in due squadre, si sono portati in quota a piedi in circa un'ora e mezza di cammino e li hanno individuati seduti tra le rocce a una altitudine di circa 2.300-2.400 metri a margine del sentiero attrezzato Ceria Merlone che avevano inizialmente seguito, perdendo poi, a causa del buio, la traccia.

Erano senza imbracatura, né casco, in tuta da ginnastica e con calzature non adeguate al terreno di montagna e si sono fatti cogliere dal buio: spaesati e disorientati, senza torce frontali, hanno chiamato il Nue112. I soccorritori li hanno dotati di imbracatura e legati alla corda, accompagnandoli lungo il sentiero di rientro da Cima di Terrarossa.

L'intervento si è concluso alle 3.40 del mattino.

La fama del Bivacco Luca Vuerich e la sua solo apparente facilità di accesso, rendono questo bivacco fortemente richiesto anche da persone che sottovalutano il percorso di avvicinamento, che va sempre e comunque affrontato con tutte le attrezzature e il vestiario che si rende necessario nel contesto di montagna e valutando attentamente i tempi di percorrenza, la propria esperienza e le proprie capacità.

Ieri pomeriggio la  stazione di Cave del Predil è stata interessata da un altro intervento per un'escursionista tedesca scivolata sul sentiero 516 che conduce a Forcella Lavina nel gruppo del Mangart. È stata recuperata con l'elisoccorso regionale.

1 Commenti
Mag64

Ma cominciamo a fare pagare a queste persone l'interventi di soccorso specie se pensano di essere nel parco cittadino.

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori