Home / Cronaca / Trovato vivo l'escursionista disperso sul Matajur

Trovato vivo l'escursionista disperso sul Matajur

Dopo essere scivolato in un dirupo, è riuscito a resistere senza cibo né acqua per una settimana, fino al suo ritrovamento e recupero

Incredibile notizia arrivata poco dopo le 11: è stato trovato vivo l'escursionista 31enne di Torreano, disperso da sabato 25 giugno sul monte Matajur, in comune di Pulfero.

E' stato avvistato dall'elicottero Drago 149 del Reparto Volo di Venezia dei Vigili del Fuoco in un ennesimo sorvolo sopra la ferrata Palma, dove le ricerche si erano nuovamente concentrate oggi, visto che dal suo pc era apparso chiaro che il 31enne voleva percorrere proprio quella via.

Si trovava a un centinaio di metri di distanza dell'itinerario della ferrata, dove era scivolato ed era rimasto bloccato dalla settimana scorsa, proprio in una delle zone non ancora battute, un ripido canalone a circa un chilometro e mezzo dal luogo del ritrovamento dell'auto.

E' stato recuperato dal velivolo dei pompieri che, con delle vericellate di circa 40 metri, hanno calato gli specialisti elisoccorritori che l'hanno raggiunto e condotto a bordo.

Da una prima ricostruzione, è scivolato su terreno molto ripido dopo aver perso la traccia della via Palma, a quota 700 metri, arrestandosi praticamente illeso su una cengetta dalla quale gli era impossibile muoversi; durante la caduta ha perso lo zaino che conteneva i viveri, l'acqua, gli indumenti e il telefono cellulare.

Le sue condizioni di salute sono state valutate buone, considerati i sette giorni trascorsi all'addiaccio senza potersi idratare, ma i sanitari hanno valutato opportuno condurlo in ospedale a Udine per tutti gli accertamenti del caso.

Nessuno tra i ricercatori e i familiari voleva rassegnarsi. Tanto che anche dopo le infruttuose perlustrazioni dei giorni scorsi, erano stati programmati nuovi sorvoli.

Ieri pomeriggio durante un briefing con tutte le forze impegnate era stato deciso di proseguire, perché da un'analisi delle tracce Gps delle zone battute fino a quel momento, risultavano ancora delle aree scoperte. E proprio in una di quelle questa mattina è arrivata la bella notizia del suo ritrovamento.

Sono stati impegnati nelle operazioni i Vigili del fuoco, il Soccorso alpino e gli specialisti della Guardia di Finanza, anche con unità cinofile, gli operatori della Polizia Locale di Udine con i droni e i volontari della Protezione Civile, che avevano battuto palmo a palmo tutta la zona. Negli scorsi giorni erano stati mobilitati anche i soccorritori sloveni, che avevano perlustrato l'altro versante del Matajur.

Nel video, il momento del suo arrivo al campo base

2 Commenti
luca-DUCK

La tecnica di Pollicino che lasciava i sassolini per non perdere la strada del ritorno... Sarebbe una tecnica semplice ma efficace. Mai dimenticarsi le fiabe... Aiutano!

Mag64

Finalmente una bella notizia..auguri al ragazzo

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori