Home / Cronaca / Udine, nuovi roghi all'alba nell'ex Cavarzerani

Udine, nuovi roghi all'alba nell'ex Cavarzerani

Disordini nella notte anche nella tendopoli allestita ieri sera a Castellerio di Pagnacco

Udine, nuovi roghi all\u0027alba nell\u0027ex Cavarzerani

Nuovo allarme questa mattina, intorno alle 7, per nuovi fuochi accesi all'interno dell'ex caserma Cavarzerani di via Cividale, a Udine, dove è stata prorogata la quarantena per i migranti fino al 15 agosto, dopo il riscontro di alcuni migranti risultati positivi al Coronavirus (sarebbero tre su una popolazione di circa 500 ospiti). I roghi sono stati appiccati nella parte dei dormitori, non ben visibile dal piazzale. Sono stati fatti intervenire immediatamente i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Udine.

In questo caso non si tratta di una ribellione che ha portato i migranti a sfondare il cancello di ingresso o a lanciare sassi. L'allerta resta alta; sul posto operano come sempre Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, la Polizia Locale e un presidio fisso della Protezione Civile, insieme a volontari delle associazioni delle forze dell'ordine.

Problematiche si sono presentate nel corso della notte anche nella tendopoli allestita ex novo, in aggiunta a quella già presente da giorni, nella tarda serata di ieri, nell'ala del seminario arcivescovile di Castellerio di Pagnacco, dedicata all'accoglienza dei migranti in base a un accordo stilato con la Prefettura di Udine e la Curia arcivescovile.

Qui, ieri sera sono stati accolti i circa 40 migranti che erano stati rintracciati in mattinata, nelle Valli del Natisone, in particolare tra Pulfero e San Pietro al Natisone, e sul greto del torrente Torre, nel comune di Pradamano, alle porte di Udine. In questo caso non sono stati accesi fuochi e i disordini sono rientrati nel corso della notte grazie al personale presente e alle forze dell'ordine.

Articoli correlati
0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori