Home / Cultura / 'Daphne/Money/Female/Body' a Gradisca per Residenze creative

'Daphne/Money/Female/Body' a Gradisca per Residenze creative

\u0027Daphne/Money/Female/Body\u0027 a Gradisca per Residenze creative

Sul palco della Sala Bergamas, a Gradisca, venerdì 7 agosto lo sharing aperto al pubblico ad ingresso libero

Con il progetto ARTEFICI. Residenze creative FVG ArtistiAssociati mette in dialogo artisti e compagnie italiani delle arti performative con il territorio goriziano attraverso la pratica della residenza artistica e, successivamente, con la restituzione e lo scambio degli artisti con il pubblico.
Venerdì 7 agosto, alle 20.30, sarà la volta dei primi artisti impegnati in residenza alla Sala Bergamas di Gradisca d’Isonzo: Daphne Morelli e Samuele Chiovoloni. Qui proporranno uno sharing aperto al pubblico e a ingresso gratuito dove presenteranno il loro lavoro ‘Daphne/Money/Female/Body’ che racconta la discesa di due artisti (S. e D.) che si trovano in un momento critico della loro vita professionale, nel cyberspazio delle video chat per incontri. Un luogo bistrattato ma frequentatissimo, che pretende una sospensione del giudizio perché sia possibile credere e lasciar credere di tutto. Un pianeta in controluce dove riscoprire un qualche genere di fede o estasi e, per un momento, liberarsi dall’angoscia. La narrazione di D. (giovane donna in conflitto con un universo concepito in primis dalla prospettiva sessuale maschile), racconta contrasti inevitabili e continue scoperte, la volontà di mostrarsi che confligge con l’inibizione.
A metà fra metafiction e memoir, 'Daphne/Money/Female/Body' è un dispositivo estremo che ha invaso la vita (sentimentale e lavorativa) di chi lo ha pensato e realizzato.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori