Home / Cultura / 'Storie sotto le stelle' per 'Ovunqu(è)Estate 2019'

'Storie sotto le stelle' per 'Ovunqu(è)Estate 2019'

\u0027Storie sotto le stelle\u0027 per \u0027Ovunqu(è)Estate 2019\u0027

A Udine, da giovedì 4 luglio, lo scorcio di un quartiere farà da sfondo a un teatro senza palco né sedie, un pubblico curioso, un attore con una storia misteriosa ed intrigante

Continuano tra le ombre delle calde sere d’estate le iniziative nei quartieri del programma Ovunqu(è)Estate 2019, inserite nel più ampio cartellone UDINESTATE, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine con una ricca e variegata distribuzione di eventi in tutto il territorio cittadino.

STORIE SOTTO LE STELLE è ormai un classico dell’estate udinese, affermatosi in pochi anni grazie a un format particolarmente originale e accattivante. Lo scorcio di un quartiere come sfondo a un teatro senza palco né sedie, un pubblico curioso, un attore con una storia misteriosa ed intrigante… ma sarà vero?

Si comincia giovedì 4 luglio in piazza Medaglie d’Oro nel quartiere di Chiavris con “Alcol assassino” ovvero la storia dell’omicidio di Giovanni Missio, avvenuto a fine ottocento per futili motivi da parte di alcuni suoi amici ubriachi. In scena l’attrice Sonia Cossettini della Compagnia dei Riservati. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà nella vicina area parrocchiale coperta.

Giovedì 11 luglio l’appuntamento è al Museo Friulano di Storia Naturale in via Sabbadini 22 per le “Memorie di un elefante”, di e con Francesco Cevaro della Compagnia della Testa, che racconterà le incredibili vicissitudini del trofeo di caccia africano esposto al museo, protagonista anche di una mostra in Galleria Modotti.

Nella città di Arturo Malignani non poteva mancare un omaggio all’inventore udinese, che a fine ottocento brevettò il suo modello di lampada ad incandescenza, quando non aveva neanche trent’anni e già veniva paragonato a Edison e Siemens nel campo delle scoperte sull’elettricità. Grazie a lui Udine fu la terza città elettrificata d’Europa dopo Londra e Milano ed ebbe il tram elettrico per buona parte del secolo scorso. Giovedì 18 luglio, proprio nel giorno dell’uscita mondiale del film su Thomas Edison, Francesco Cevaro, che è anche direttore artistico dell’intera rassegna, racconterà “il brillante Malignani” in largo delle Grazie. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà nel pronao della basilica della B. V. delle Grazie. Lo spettacolo verrà replicato nello stesso luogo giovedì 22 agosto.

Lunedì 26 agosto tornerà in piazza Medaglie d’Oro (fianco edicola) “Alcol assassino” e giovedì 29 agosto la rassegna si chiuderà con la replica di “Memorie di un elefante” nell’area coperta del museo Friulano di Storia Naturale per rivivere le avventurose peripezie della testa dell’elefante, che ottant’anni fa Italo Balbo catturò in Kenia.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero. Per le due serate in programma al Museo Friulano di Storia Naturale (11 luglio e 29 agosto) è richiesta la prenotazione, telefonando al n. 0432 1274331 dall’8 all'11 luglio e dal 26 al 29 agosto. Sono disponibili 90 posti per ciascuna delle due serate; la sera degli spettacoli i posti eventualmente rimasti liberi saranno resi disponibili.

La rassegna è realizzata in collaborazione con Il Caffè del Venerdì, il Bar Al Ponte, le parrocchie di San Marco Evangelista e della Beata Vergine delle Grazie ed il Museo friulano di Storia Naturale.
Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.00. Info: www.agenda.udine.it

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori