Home / Cultura / A Palmanova appuntamento con 'La Biblioteca della Legalità'

A Palmanova appuntamento con 'La Biblioteca della Legalità'

Dal 12 settembre al 24 ottobre 200 testi adatti a giovani lettori

A Palmanova appuntamento con \u0027La Biblioteca della Legalità\u0027

La Biblioteca di Palmanova ospiterà, dal 12 settembre al 24 ottobre, un’esposizione di libri per bambini e ragazzi. “La Biblioteca della Legalità”, BILL è una collezione ragionata di più di 200 testi adatti a giovani lettori (8-15 anni): narrativa, saggistica, fumetti, graphic novel, albi illustrati.

“Diamo ai ragazzi gli strumenti per formare una coscienza critica, per conoscere e capire ciò che succede nel mondo. La biblioteca sta diventando sempre più un luogo dove, attraverso la lettura e l’accesso al mondo dei libri, vengono sviluppate fin da piccoli quelle competenze trasversali alla base di un’ampia e varia visione sul mondo. Un punto di riferimento per la crescita personale e occasione per interessanti stimoli al confronto di idee”, commenta Adriana Danielis, assessore comunale alla cultura e istruzione.

“La Biblioteca della Legalità” comprende anche attività di promozione alla lettura declinate sul tema. In accordo con gli insegnanti dell’Istituto, nella Polveriera di Contrada Garzoni, il 23 settembre, verrà ospitata una mattinata di attività con le classi seconde e terze della scuola secondaria dedicate alle figure di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Ai 150 ragazzi coinvolti durante la mattina, verranno esposti libri e presentata la possibilità di prestito.

Nata all’interno della Fattoria della Legalità, bene confiscato alle mafie a Isola del Piano nelle Marche, la Biblioteca della Legalità arriva nella nostra regione grazie all’impegno del progetto regionale LeggiAMO 0/18, con l’intento di diffondere la cultura della legalità e della responsabilità tra le giovani generazioni attraverso la promozione della lettura.

Itinerante sul territorio regionale, BILL si sposterà poi negli spazi degli istituti comprensivi di Rivignano e Tricesimo per poi proseguire successivamente in altre scuole. Il progetto è finanziato dalla Regione FVG.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori