Home / Cultura / A Romans si parla di adozione con 'Le mie figlie erano già nate'

A Romans si parla di adozione con 'Le mie figlie erano già nate'

Terzo appuntamento per la serie di incontri organizzati per il mese di marzo al Centro Culturale Casa 'Candussi-Pasiani'

A Romans si parla di adozione con \u0027Le mie figlie erano già nate\u0027

Terzo appuntamento per la serie di incontri organizzati dall’Amministrazione comunale di Romans d’Isonzo per il mese di marzo al Centro Culturale Casa “Candussi-Pasiani”.
L’Assessorato alla Cultura e la Biblioteca civica propongono, venerdì 22 alle 20.30, l’importante argomento delle adozioni, grazie alla presentazione del libro di Michela Passatempo “Le mie figlie erano già nate”. Si tratta di una testimonianza, in cui emerge il valore della maternità senza confini né etichette. L’autrice racconta cosa succede nella vita di una donna quando diventa madre attraverso l’adozione: momenti intensi, ricchi di gioia e di difficoltà, sensazioni ed emozioni, l’amore per delle figlie “già nate”. Coinvolgente, senza tabù, empatica, la Passatempo descrive il percorso che l'ha condotta a tale scelta, lo snervante iter burocratico, l’arrivo prima di una bambina, poi dell’altra, una indiana, calma e flemmatica, una sudamericana, focosa e suscettibile, poi l’impegno per farle diventare “sorelle”.

“Io non c’ero quando siete passate dal buio alla luce. Tutto il mio amore non potrà mai cancellare questo dolore dalle vostre vite. Possiamo attraversarlo assieme, il dolore, entrare assieme nella palude e uscire tenendoci per mano”.

Michela Passatempo, pordenonese, ha lavorato in ambito scolastico e sociale, ha operato nel volontariato, collabora da trent’anni con il Gruppo Teatro Pordenone Luciano Rocco, in iniziative e spettacoli. Coordina un gruppo di donne migranti nell'apprendimento della lingua italiana e fa parte del progetto “Donne Insieme” di Casarsa della Delizia.
Seguirà Vin d’Honneur offerto dall’Azienda Agricola Borc da Vila.

Continua fino al 7 aprile la mostra d’arte dell’autrice friulana Beatrice Cepellotti “Illusioni”, tele ricche di colori, atmosfere dense di mistero di magico silenzio e suggestioni. La mostra è visitabile nei seguenti orari: lunedì 17.30 - 19.30; martedì e mercoledì 15.00 - 18.00; giovedì 10.00 - 12.00; venerdì 15.00 - 18.00; sabato e domenica 10.00 - 12.00.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori