Home / Cultura / A scuola di accoglienza al Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo di Udine

A scuola di accoglienza al Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo di Udine

Nuovo anno didattico inaugurato dagli studenti dell'indirizzo turistico dell'Istituto Superiore Jacopo Linussio di Codroipo

A scuola di accoglienza al Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo di Udine

Quale migliore occasione per gli studenti dell’indirizzo turistico dell’Istituto Superiore Jacopo Linussio di Codroipo di ricevere una accoglienza a sorpresa nel Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo di Udine in qualità di “testimonial” del nuovo anno scolastico. A decretare simbolicamente l’avvio dell’attività didattica nel nuovo anno 2019-2020 è stata infatti la classe 5°C dell’indirizzo di accoglienza turistica dell’Istituto Linussio di Codroipo che, accompagnata dal prof. Luca Martini, insegnante di accoglienza, materia principe della scuola, ha tagliato il nastro inaugurale dell’anno didattico in Museo Diocesano.

Il percorso scelto dalla classe è stato “Il giro del museo in 16 sale”, dove i ragazzi si sono sentiti accolti in un’atmosfera elegante e raffinata, suggerita dalle preziose testimonianze artistiche, dagli affreschi di Giambattista Tiepolo, alla Biblioteca Patriarcale fino alla scultura lignea. Il Museo Diocesano di Udine, oltre a questo percorso, offre un’ampia scelta di proposte didattiche che si dividono per grado scolare. Vi è anche la possibilità di partecipare al “Concorso di disegno” che premia gli elaborati più originali ispirati alle opere presenti nel museo. Ogni proposta didattica, studiata da più punti di vista, consente agli insegnanti di suggerire nuove idee: infatti una delle caratteristiche principali del Museo Diocesano è quella di confezionare “su misura” i percorsi sulla base dei programmi svolti in classe. Il museo, grazie alla sua varietà artistica, interessa tutte le materie scolastiche e, affinché la visita non risulti fine a se stessa, è anche dotato di un’aula didattica in cui lo studente può sperimentare alcune delle tecniche artistiche apprese durante la visita condotta dalla dott.ssa Mariarita Ricchizzi, responsabile dell’attività didattica. In questo modo l’approccio all’arte consente al ragazzo di vivere emozioni e sentimenti che solo un’esperienza museale, vissuta con entusiasmo e curiosità, può dare. Sicuramente l’esperienza provata dagli studenti di Codroipo rappresenta l’esempio di come le opere, con le loro storie e significati, siano in grado di rendere accogliente un ambiente  museale, che solo così può continuare a trasmettere dei messaggi e dei valori importanti.  Per conoscere tutte le iniziative rivolte non solo alla scolaresche ma anche al pubblico di tutte le età, seguiteci su Facebook e Instagram.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori