Home / Cultura / Anteprima a Terracina per il finale del Duino&book

Anteprima a Terracina per il finale del Duino&book

Dal 30 ottobre a fine anno previste presentazioni di libri, Premi letterari e degustazioni

Anteprima a Terracina per il finale del Duino\u0026book

E’ stata presentata oggi in anteprima a Terracina (Latina - Lazio) la parte finale dell’edizione 2021 del Duino&book, Storie di Pietre, di Angeli e di Vini.  

Il ricchissimo programma della terza e conclusiva fase del Festival (che è stata illustrata dal Presidente del Gruppo Ermada Flavio Vidonis, Massimo Romita) prevede – a partire dal 30 ottobre e fino alla fine dell’anno, a una maratona di presentazioni libri, Premi letterari e degustazioni in luoghi particolari con oltre 40 eventi tra storia, letteratura ed enogastronomia per la promozione della cultura e del territorio.


“Come d’autunno si levan le foglie” cadendo dolcemente il Festival ritorna a una dimensione terrena. La terza fase di Duino&book svilupperà infatti la propria intensa attività all’interno degli incontri d’Autunno, raccolti nelle #storiedivini.

Il rosso delle foglie del Carso in autunno simulerà le soglie dell’Inferno e il Festival Duino& Book porrà l’enogastronomia alla mercé delle “bramose canne” presentando libri, eventi culturali e degustazioni speciali in luoghi speciali, in collaborazione con cantine del Carso, produttori, operatori turistici e Proloco.


"Dopo il grande e strepitoso successo mediatico delle prime due fasi, “Storie di pietre” e “Storie di Angeli”, il lungo e articolato percorso delle “Storie di Vini” – ha anticipato Romita - attraverserà ancora una volta tutta la Penisola (Lazio, Toscana, Emilia Romagna, Veneto e Trentino Alto Adige) e sconfinerà in Slovenia, Austria e Croazia.

Se la formula vincente e avvincente delle prime fasi (con oltre 90 appuntamenti) - un mix di presentazioni in presenza e puntate straordinarie sui canali social -, gli oltre 40 appuntamenti di Storie di Vini avranno modo di presentare una giusta miscela per non allontanare il lettore dalla realtà e ai gastronauti di scoprire di persona i meravigliosi luoghi toccati dal Festival.

Dalla premiazione del Premio Internazionale Rilke al Castello di Duino, al Concorso dello Schioppettino al Castello di Albana a Prepotto, un filo conduttore legherà i territori e luoghi che si rincontrano nella toponomastica. Prepotto, affascinate comune e Terra dello Schioppettino in provincia di Udine incontrerà Prepotto Paese della Vitovska immerso nel cuore del Carso in una brillante e innovativa manifestazione enogastronomica dal titolo “Da Prepotto a Prepotto” curata in collaborazione con le Proloco. Di questi territori oggi – ha aggiunto Romita - assaggeremo proprio i vini, dopodiché sarà impossibile non venire in Friuli Venezia Giulia”.

Il 30 ottobre prenderà il via una maratona di libri &cantine che verranno scoperte con la Vespa, attraverso le Osmize del Carso per incontrare gli autori di libri dedicati all’enogastronomia e ai produttori locali, che fanno della vite e dei loro prodotti la ragion di vita. Un appuntamento affascinante condotto da Max Tramontini (http://www.osmize.com/  info@osmize.com) e dalla direttrice Linda Simeone.

Con Calici d’Autore nel mese di novembre si andrà alla scoperta delle cantine del Collio di Capriva del Friuli: sarà – ha proseguito Romita - la ciliegina sulla torta rappresentata da una nutrita serie di iniziative internazionali: con i Lions regionali e della Slovenia vivremo un’affascinante avventura sul mare, tra letture e degustazioni. Ma come non collegare poi il prestigioso Moscato di Terracina (della Cantina S. Andrea) e il Moscato di Buje e Verteneglio in Croazia, che saranno protagoniste di alcune delle puntate (7 novembre) coordinate dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis, entità promotrice di tale evento?

Sempre a novembre, avrà luogo una due giorni (13 e 14 novembre) nella splendida cornice di Portopiccolo con numerosi appuntamenti per l’occasione.

Se gli ospiti nazionali e internazionali faranno crescere la qualità del festival, il cuore pulsante e vivo dell’evento sarà costituito soprattutto dai protagonisti del Festival: autori, scrittori, parolieri, agricoltori, che oltre a raccontare le loro fatiche, illustreranno, attraverso le loro parole, un territorio meraviglioso come quello della nostra Italia.

“E’ con grande entusiasmo – ha dichiarato in apertura Romita – che presentiamo oggi a livello nazionale la parte finale dell’edizione 2021 del Duino&book, Storie di Pietre, di Angeli e di Vini.  

Duino&book è stato gioia, armonia e condivisione di territori ed anime diverse, suddiviso in tre distinte fasi (Pietre, Angeli e Vini) che hanno caratterizzato questi primi 6 mesi di iniziative, cinque Nazioni europee (Italia, Austria, Slovenia, Croazia e Germania), nove regioni italiane (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Piemonte, Liguria), numerose città italiane ed estere, confermando l’internazionalità del progetto stesso. Dagli 80 eventi previsti si andrà a superare oltre 130 appuntamenti attraverso i quali l’ottava edizione di Duino&Book ha promosso a 360° i territori coinvolti, sostenendo ricerca, divulgazione ed eventi destinati a un pubblico trasversale.

Il progetto – ha ricordato ancora Romita - è promosso dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia nell’ambito della Promozione delle attività culturali – iniziative progettuali 2021 per le manifestazioni di divulgazione della cultura umanistica e vede per le varie sezioni diversi e specifici contributi per la loro realizzazione.

Dieci i partner ufficiali: Comune di Capriva del Friuli (Gorizia – Fvg), Comune di Montereale Valcellina (Pordenone - Fvg), Comune di Prepotto (Udine - Fvg), Città di Buie / Grad Buje Buie (Croazia ), Comune di Terracina (Latina - Lazio ) qui oggi ben rappresentata, Istituzione Bologna Musei – Museo del Risorgimento di Bologna (Bologna – Emilia Romagna), Associazione Nazionale Città del Vino (Siena – Toscana), Università della Terza Età Aps (Trieste – Fvg), Associazione Genitori Rilke Aps (Duino Aurisina - Fvg), Gruppo Speleologico Flondar (Duino Aurisina - Fvg), ma oltre 50 ulteriori soggetti, editori, enti, associazioni, aziende, media, saranno coinvolti e protagonisti degli eventi distribuiti negli otto mesi di svolgimento. In particolare non possiamo non citare su tutti – oggi qui presenti - la nostra Sezione di Borgo Hermada del Gruppo Ermada Flavio Vidonis con il presidente Luigi Orilia, l’Associazione Pedagnalonga, Le Vie delle Foto, il Lions Club Duino Aurisina, l’Ajser 2000 e tantissime altre entità associative e istituzioni.

Non da ultimo dobbiamo ringraziare per la sinergia e la collaborazione il Terracina Book Festival con in testa Massimo Lerose che oggi ospiterà, tra gli altri, anche la nostra Linda Simeone con un suo volume “Cento metri”.

Il progetto è inserito all’interno della rassegna “Algy il magnifico lettore” iniziative di promozione della lettura promosso dal Comune di Duino Aurisina Občina Devin Nabrežina e il Centro per il libro e la Lettura.

Ma il Progetto “Duino Book Storie di Pietre, di Angeli e di Vini” – ha concluso Romita - non sarà l’unico progetto che si svolgerà nei prossimi mesi, grazie al sostegno della Regione Autonoma Fvg, sui bandi Turismo e Etnografico, il Gruppo Ermada con un importante rete di Comuni, istituzioni e associazioni promuoverà l’iniziativa “VINI APPUNTAMENTO CON LA STORIA” e “STORIE DI PIETRE E DI CONFINI IN TEMPO DI PACE” di cui parleremo in seguito, il 6 di novembre giorno in cui cade l’anniversario dei dieci anni del Patto di Amicizia tra il Comune di Duino Aurisina e il Comune di Terracina e sul quale stiamo già lavorando congiuntamente”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori