Home / Cultura / Antonio Feruglio, una vita per la libertà

Antonio Feruglio, una vita per la libertà

Mercoledì 18 maggio, Udine rende omaggio all'alpinista, che fu vicesindaco nei difficili anni del Dopoguerra

Antonio Feruglio, una vita per la libertà

Si terrà mercoledì 18 maggio alle 18 in Sala Ajace (Municipio di Udine) la presentazione del libro “Antonio Feruglio alpinista e spirito libero” di Giovanni Duratti, edito dalla Società Alpina Friulana. Il volume, pubblicato con il sostegno della Regione e della Fondazione Friuli, ha la prefazione dello storico Andrea Zannini, che dialogherà con l’autore. L’incontro è promosso da Saf e assessorato alla Cultura con la biblioteca civica Vincenzo Joppi.

Per Antonio Feruglio, che fu vicesindaco della città nel Dopoguerra, è un ritorno simbolico nel Municipio di cui fu amministratore in anni cruciali, dal 1945 al 1951, tenendo un diario privato che è stato conservato dal figlio Fausto e pubblicato in parte nel libro.

Ma Feruglio è stato anche un valente alpinista negli anni giovanili, precursore e maestro di rocciatori del calibro di Celso Gilberti, animatore di gite e campeggi sociali, fondatore dell’Uoei di Udine per rendere popolare la frequentazione della montagna e commissario dell’Alpina Friulana dopo i disastri del fascismo e della guerra.

Feruglio muore il 3 giugno 1984 dedicando gli ultimi anni della sua vita alla libreria Carducci, punto di riferimento culturale per generazioni di udinesi. In quattro anni di ricerche negli archivi nazionali, locali e familiari, Giovanni Duratti riporta alla luce la figura di Feruglio, dalla nascita a Feletto Umberto fino all’esperienza politica, concentrandosi sugli anni fra le due guerre, quando Feruglio combattè il fascismo con la sola forza della parola subendo violente persecuzioni e due anni di confino a Lipari che troncheranno la sua attività alpinistica ma non spezzeranno i suoi ideali. Il primo sindaco dopo la Liberazione Giovanni Cosattini lo vorrà accanto a sé: nella seduta del 29 aprile 1945 il CLN provinciale lo nominerà assessore alle finanze e prosindaco di Udine.

Giovanni Duratti dialogherà con Andrea Zannini, storico e docente all’Università di Udine nonché alpinista, autore della guida sul gruppo del Sella della celebre collana Cai e Touring Club diretta da Gino Buscaini, e in passato presidente della Commissione nazionale pubblicazioni del Club Alpino Italiano.

L’ingresso è libero a partire dalle 17.30 fino a esaurimento dei posti. È obbligatorio indossare la mascherina Fpp2.

Prenotazioni aperte sul sito della Saf

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori