Home / Cultura / Dedica 2021, debutto in presenza con i bambini

Dedica 2021, debutto in presenza con i bambini

Ben 900 studenti, suddivisi in 50 classi delle scuole primarie di primo grado di Pordenone, parteciperanno al progetto 'Camminando tra le storie'

Dedica 2021, debutto in presenza con i bambini

Prende il via con i bambini e non potrebbe avere un esordio più bello e significativo “Dedica a Paolo Rumiz”, la 27.edizione del festival pordenonese che l’associazione Thesis ha scelto quest’anno di posticipare dalla tradizionale collocazione di marzo al mese di ottobre. Saranno i giovani infatti – ai quali da sempre il festival riserva attenzioni particolari con iniziative specifiche- già dalla prossima settimana, i primi fruitori, in presenza, delle iniziative che completano il percorso multidisciplinare della rassegna, un cammino che culminerà nella fitta settimana di eventi in programma dal 13 al 21 ottobre. E sono ben 900 – un’adesione davvero eccezionale – suddivisi in 50 classi, gli alunni delle scuole primarie di primo grado di Pordenone che hanno aderito al progetto “Camminando tra le storie” curato per Thesis dall’associazione 0432 . Dal 9 aprile con alcuni incontri on-line e dal 12 aprile in presenza parteciperanno – a scuola, in sicurezza, e ove possibile anche sfruttando la possibilità di fare attività all’aperto - a un fitto calendario di laboratori con diversi appuntamenti quotidiani. Un percorso narrativo organizzato seguendo le suggestioni di Rumiz, il suo sguardo aperto e interculturale, il suo essere giornalista e scrittore che ha fatto del viaggio e della sua narrazione una forma di ricerca artistica e umana.


Le storie dei viaggi di Rumiz e il modo in cui lui viaggia (a piedi, in bicicletta, in nave, con compagni/compagne, in un faro solitario) aprono infinite possibilità di ricerca sul rapporto degli uomini e delle donne tra loro e con la natura; saranno questi i fili conduttori degli interventi proposti per le scuola primarie e che seguiranno le parole chiave di viaggio, esplorazione, incontro, nature e racconti. Ogni parola sarà legata a una lettura tratta dall’opera di Rumiz o da opere affini della letteratura per l’infanzia, per delineare un itinerario narrativo che dialoghi fra l’esperienza dei bambini partecipanti, l’esperienza dell’autore protagonista e un’ imprescindibile apertura al mondo e alla curiosità. I piccoli viaggeranno dunque fra piccole esperienze quotidiane di meraviglia e ricerca che saranno messe a confronto con racconti di più ampio respiro, fra geografie di paesaggi, naturali e umane. Le scuole che hanno aderito al progetto sono le seguenti: Da Vinci, De Amicis, Grigoletti, Gozzi, Lombardo Radice, Narvesa e Rosmini.

Il cammino dell’edizione 2021 di Dedica è dunque ufficialmente avviato e nel frattempo è possibile sostenere il festival e le iniziative dell’associazione Thesis attraverso la sottoscrizione della Dedicacard che garantisce per tutto l’anno sconti in librerie e negozi e altre varie agevolazioni (dettagli e informazioni su www.dedicafestival.it).

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori