Home / Cultura / Fellini a Pordenone con la mostra 'Federico il grande seduttore'

Fellini a Pordenone con la mostra 'Federico il grande seduttore'

Viaggio inedito nell’immaginario femminile in Fellini, attraverso fotografie vintage custodite dagli archivi di Cinemazero e accompagnate da interviste al regista riminese

Fellini a Pordenone con la mostra \u0027Federico il grande seduttore\u0027

Continuano i festeggiamenti per celebrare i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini e Cinemazero non smette di omaggiare il Maestro riminese attraverso materiali inediti e fotografie d’autore provenienti dall’archivio di Cinemazero.

Federico – il grande seduttore, che inaugura il 30 ottobre alla Galleria Harry Bertoia, a Pordenone, è un viaggio inedito nell’immaginario femminile in Fellini, attraverso fotografie vintage custodite dagli archivi di Cinemazero e accompagnate da interviste al regista riminese per sondare il rapporto, alcune volte seducente, colmo di desiderio e ammiccante, altre volte dolce e colmo di tenerezza, che Fellini aveva con le donne, figure che il regista spesso equiparava ad un mito.
Un’occasione unica per tutti gli spettatori, che fino al 10 gennaio 2021 potranno visitare gratuitamente la mostra, di scoprire più di 80 fotografie nelle loro dimensioni e formati originali.

Il curatore Andrea Crozzoli: “La mostra vuole ripercorrere questo universo attraverso preziose fotografie vintage mai viste prima. Dalla moglie Giulietta Masina, passando poi attraverso tutti gli archetipi femminili che hanno caratterizzato l’intera filmografia felliniana.”


In un percorso a immagini, intervallato da estratti di una lunga intervista condotta da Gideon Bachmann, amico e custode della memoria di Fellini, la mostra porta alla luce un aspetto caratteristico e molto conosciuto del maestro, ma poco affrontato, ovvero il suo modo di lavorare, interagire e dirigere le donne.

Riccardo Costantini, responsabile degli archivi di Cinemazero: “Gli archivi di Cinemazero custodiscono probabilmente la raccolta fotografica più completa al mondo del regista riminese. Ma l’archivio abbraccia anche altri grandi registi della Storia del Cinema (tra cui Bernardo Bertolucci, Tina Modotti e Pier Paolo Pasolini, solo per citarne alcuni) con 20.000 diapositive, 10.000 stampe fotografiche, 9.000 negativi, materiali in pellicola e video, dattiloscritti, manoscritti, libri, memorabilia, centinaia di ore di registrazioni con le voci dei principali protagonisti degli ultimi quattro decenni del ‘900. La conservazione di questo materiale è stata e sarà oggetto di forti investimenti da parte di Cinemazero in collaborazione con numerosi partners, per continuare a garantire al territorio un polo d’eccellenza e un tesoro a cui poter attingere per ancora molti anni".

Visita il sito web esterno
Segui l'evento su Facebook

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori