Home / Cultura / Festival del Giornalismo e della Conoscenza 'dialoghi'

Festival del Giornalismo e della Conoscenza 'dialoghi'

A fine giugno, due weekend intensamente itineranti per parlare di clima, pensiero e arte di Leonardo, popoli oppressi e dimenticati, filosofia e umanesimo, discriminazioni

Festival del Giornalismo e della Conoscenza \u0027dialoghi\u0027

Quelli che andranno a chiudere il mese di giugno, saranno due fine settimana intensi per il Festival itinerante del giornalismo e della conoscenza “dialoghi”. Dopo aver dedicato spazio ad argomenti quali mafia, migrazioni, democrazia, Balcani ed Europa; in questa seconda parte sarà la volta di clima, pensiero e arte di Leonardo, popoli oppressi e dimenticati, filosofia e umanesimo, discriminazioni, manifestazioni in piazza, informazione e lavoro del giornalista; il tutto condito con musica, arte, letteratura e un suggestivo evento che sarà un omaggio all’estate appena iniziata.

Un Festival itinerante non solo nei luoghi, ma anche nel tempo. Nel prossimo autunno, infatti, fra settembre e ottobre coinvolgerà circa 600 studenti del Polo liceale di Gorizia. Dopo l’esperienza positiva degli anni passati, l’alternanza scuola lavoro è stata confermata anche per il 2019 e, già in queste settimane di eventi per il pubblico, una parte dei liceali è stata coinvolta nel servizio organizzativo e logistico. La sessione autunnale andrà a completare la collaborazione e sarà, in maniera specifica, incentrata sui ragazzi delle scuole, affinché possano essere parte attiva degli incontri con autori e scrittori.

“dialoghi” è organizzato dall’Associazione Culturaglobale e sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia, Ilcam Spa, Le Vigne di Zamò, LegaCoop, Civibank, Comune di Palmanova, Comune di Aquileia e Comune di Gorizia; i media partner Il Piccolo e Radio Onde Furlane, il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Fvg, Comune di Cormòns e del Conservatorio Tomadini di Udine; la collaborazioni di Enti e Associazioni del territorio ed estere.

Venerdì 21 giugno, nella Sala Civica di Palazzo Locatelli a Cormòns (GO), con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, si terrà l’incontro Clima! Un’urgenza che non possiamo rimandare. L’appuntamento è per le 18.30 e vedrà protagonisti con Giuseppe Manzo, direttore di ‘nelpaese.it’; Paolo Fedrigo, del Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale ARPA FVG; Roberto Rizzo, giornalista scientifico EGE (Esperto in Gestione dell’Energia); Daniele della Toffola, Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale ARPA FVG.

Sabato 22 giugno al Castello di Gorizia, alle 17.45, nella Sala del Conte, si terrà la conferenza Lavorare con Carlo Pedretti. L’arte di conoscere e comunicare Leonardo, con Sara Taglialagamba e Margherita Melani della Fondazione Rossana e Carlo Pedretti. A seguire, il concerto del Duo in Sol, composto da Mariko Masuda (violino) e Giuseppe Miglioli (viola).

Domenica 23 giugno, doppio appuntamento alle 18.30: ad Aiello del Friuli, in Municipio (in caso di maltempo in Biblioteca) Popoli oppressi e dimenticati, chiacchierata con Nico Piro inviato RAI 3; Nello Scavo inviato speciale de l’Avvenire; Basir Ahang, etnia

hazara Afghanistan, poeta, attore e scrittore; Ismail Swati, musicista e giornalista di Gorizia News & Views. Modereranno Elisa Michellut, giornalista, collaboratrice di Messaggero Veneto e Rai Fvg; e Andrea Bellavite, giornalista e teologo.

Sempre alle 18.30, nella Chiesa di S. Quirino a Cormòns (loc.S.Quirino e in caso di maltempo in Sala Civica a Cormòns), l’appuntamento dal titolo ”Anima” sarà un omaggio all’estate appena arrivata: l’attore Luciano Roman leggerà Leonardo Da Vinci, accompagnato da Aleksander Ipavec, all’organo di Leonardo, e Paola Chiabudini al clavicembalo. A chiudere l’evento, un brindisi con i vini gentilmente offerti dall’Azienda Borgo San Daniele di Cormòns.

La settimana successiva, si ripartirà venerdì 28 giugno da Villa Locatelli della Tenuta di Angoris di Cormòns, alle ore 18.30, con l’incontro L’informazione diritto e dovere che vedrà protagonisti Vittorio Di Trapani, segretario Nazionale USIGRAI; Alessio Falconio, direttore di Radio Radicale; Cristiano Degano, presidente Ordine dei Giornalisti FVG; Giovanna Casadio, giornalista de La Repubblica; Beppe Giulietti presidente Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI). Modera Marinella Chirico, giornalista della sede RAI FVG. A seguire, musica con Le fil rouge, quartetto composto da Paolo Trapani, Emiliano Schiavone, Aldo Comar e Raoul Nadalutti, e brindisi offerto dall’Azienda Tenuta di Angoris Cormòns.

Sabato 29 giugno al Trgovski dom di Gorizia (Corso Verdi 52) alle 11.00, appuntamento con “dialoghi letterari”, dedicato ai trent’anni dalla morte di Leonardo Sciascia. Verrà presentato il libro “Dove si guarda e quello che siamo” di Giovanna Casadio, giornalista de La Repubblica. Ad accompagnare l’autrice, sarà Alessandro Mezzena Lona, giornalista, critico letterario e blogger, già responsabile della pagina Cultura de Il Piccolo.

Nel pomeriggio, alle 17.45 alla Polveriera Napoleonica Garzoni di Palmanova, (Contrada Garzoni), Il futuro in piazza! “dialoghi” con Francesca Sironi, giornalista de L’Espresso, Miriam Corongiu attivista di Stop Biocidio Terra dei fuochi; Martina Battocchio, ambasciatrice di The One Compaign; Marianna Tonelli Fridays for future. Modera Vincenzo Compagnone, giornalista de Il Messaggero Veneto. Subito dopo, alle 19.00, Discriminazioni razziali e di genere, disuguaglianza, violenza sulle donne “dialoghi con Chiara Saraceno, sociologa e filosofa; Alessandra Ziniti e Francesco Viviano giornalisti de La Repubblica; Sadiq Khan, giovane rifugiato politico pakistano. Modera Stefano Bizzi, giornalista de Il Piccolo.

Domenica 30 giugno, a chiusura della seconda parte del Festival “dialoghi”, nell’Abbazia di Rosazzo a Manzano (piazza Abbazia 5) alle18.00, si terrà l’incontro dal titolo Bellezza, Pensiero, Umanesimo, con Vito Mancuso, scrittore, saggista e teologo. Colloquierà assieme all’ospite Angelo Floramo, medievista, scrittore e docente. Subito dopo la conferenza, si terranno le premiazioni della III edizione del Concorso Giovani Giornalisti “Giulio Regeni” che quest’anno ha visto la partecipazione di 3 cittadini stranieri e ben 143 concorrenti provenienti da 39 province di 16 regioni italiane. A chiudere la giornata, la lettura da L’infinito di Leopardi dell’attore Massimo Somaglino, con l’accompagnamento della violinista giapponese Mariko Masuda e brindisi offerto dall’Azienda Le vigne di Zamo di Manzano.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori