Home / Cultura / Il Dialogo creativo premia i vincitori del concorso in memoria di Touria e Hiba

Il Dialogo creativo premia i vincitori del concorso in memoria di Touria e Hiba

L'appuntamento, ormai consolidato nella Destra Tagliamento, è nato per ricordare la donna e la bambina uccise dal marito e padre nel 2015

Il Dialogo creativo premia i vincitori del concorso in memoria di Touria e Hiba

Si è conclusa venerdì 4 giugno la sesta edizione del concorso di scrittura "Il dialogo creativo", rivolto agli studenti del Friuli Venezia Giulia e realizzato dall'associazione per il commercio equo e solidale L'Altrametà, in collaborazione con la cooperativa sociale Itaca, il Comune di Pordenone e l’associazione Carta di Pordenone. L'appuntamento, ormai consolidato nella Destra Tagliamento, è nato per ricordare Touria e Hiba, la donna e la bambina uccise dal marito e padre a Pordenone nel 2015. Quest'anno, a partecipare sono stati anche diversi studenti provenienti da alcune scuole di Trieste e dell'Udinese.

La traccia più popolare è stata quella in cui si richiedeva di immaginare il mondo dopo la pandemia. Alcuni dei vincitori hanno invece optato per la traccia che invitava a riflettere sulla comunicazione ai tempi dei social network, prendendo spunto da una frase tratta da Microcosmi, opera dello scrittore triestino Claudio Magris: «Pseudocaffè sono quelli in cui si accampa un'unica tribù, poco importa se di signore bene, giovanotti di belle speranze, gruppi di alternativi o intellettuali aggiornati. Ogni endogamia è asfittica; anche i college, i campus universitari, i club esclusivi, le classi pilota, le riunioni politiche e i simposi culturali sono la negazione della vita, che è un porto di mare».


Per le scuole medie, il primo posto è andato a Sofia Di Piazza della Scuola secondaria di I grado “Pier Paolo Pasolini” di Pordenone, seconda Gaia Gardin, dell'istituto "Italo Svevo" di Fontanafredda, e il terzo classificato è stato Davide Ferrari, della Scuola secondaria di I grado “Giacomo Zanella” di Porcia.

A classificarsi prima per le superiori è stata Rebecca Bravo dei Licei "Le Filandiere" di San Vito al Tagliamento. Due i secondi posti: Beatrice Maria Iamandii del Liceo Scientifico "Galileo Galilei" di Trieste e Giada Orlando dei Licei "Le Filandiere" di San Vito al Tagliamento. Il terzo posto pari merito è andato a Fabio Colesan dell'Istituto Tecnico Settore Tecnologico "John Fitzgerald Kennedy", ad Arianna Maset dell'Isis "Lino Zanussi" e a Mateusz Barabanow e Leonardo Bremini del Liceo Scientifico "Galileo Galilei" di Trieste, che hanno scritto un testo a quattro mani.

La giuria che ha valutato gli elaborati era composta da Martina Bellucci, attivista ambientale e per i diritti umani, Elisa Cozzarini, giornalista e scrittrice, curatrice de Il dialogo creativo con Alessandra Gabelli, i giornalisti Paola Dalle Molle e Fabio Della Pietra, Maria De Stefano e Rosa Paola Ellero del Centro Antiviolenza Voce Donna di Pordenone.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori