Home / Cultura / Il Paff! commemora Salvatore Oliva

Il Paff! commemora Salvatore Oliva

L’evento è stato inserito nell’ambito dell’Open Day per il quarto anno di attività del Palazzo Arti Fumetto Friuli

Il Paff! commemora Salvatore Oliva

Da ieri al Paff! una targa commemora la figura di Salvatore Oliva, grande appassionato e studioso del fumetto, che è stato tra gli ispiratori della nascita di questa struttura. In una sentita e partecipata cerimonia, il direttore artistico Giulio De Vita, ha ricordato l’amico con parole di affetto e stima.

“Salvatore Oliva è stato un amico, un consigliere, un mentore – ha affermato -. Salvatore era una persona sensibile, vitale, imprevedibile. Di una simpatia contagiosa e provocatoria, e di una generosità rara. Era sempre presente a ogni iniziativa fumettistica. Era un osservatore attento e un lettore assiduo. In particolare ammirava Corto Maltese di Hugo Pratt, su cui conduceva continui studi e approfondimenti che lo portavano a scoprire altri argomenti, autori, letture che non lesinava nel condividere e divulgare. Amava avventurarsi nella ricerca di giovani autori, iniziative originali o remote. Cultore del fumetto come arte, è stato uno dei primi appassionati italiani a raggiungere Festival di qualità come quello di Angoulême e a raccontarceli assieme all'amico Giorgio Zambotto, con i suoi reportage annuali per la rivista Fumo di China. Ci ha illuminato, stimolato, incoraggiato regalandoci le sue intuizioni, facendoci immaginare un posto come il Paff!, un tempio del fumetto, crocevia di talenti, di linguaggi e di stili, come nessun altro posto in Europa ha mai avuto l'ardire di realizzare. Un posto che a sua volta ispira, illumina, innova. Non c'è giorno al Paff! in cui il suo nome non venga citato e perciò in questo quarto compleanno della struttura, non a caso è anche il suo compleanno, gli abbiamo dedicato una targa come segno della nostra riconoscenza e di eterna amicizia”.

Temporaneamente, la targa rimane esposta in una teca in attesa di essere collocata, con la prossima apertura del museo, nella sua posizione definitiva.

Alla cerimonia hanno partecipato la moglie Cristina Colizzi, la sorella Patrizia Oliva, tanti amici che hanno avuto la fortuna di conoscere Salvatore, il consigliere regionale Simone Polesello, il consigliere comunale Mattia Tirelli in rappresentanza del Comune assieme alla consigliera Irene Pirotta, il vicario del Questore Sandro De Angelis.

L’evento si è tenuto nell’ambito degli appuntamenti dell’Open Day del Paff! organizzati per il quarto anno di attività del Palazzo Arti Fumetto Friuli.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori