Home / Cultura / Indetto il referendum per il futuro della Guarneriana

Indetto il referendum per il futuro della Guarneriana

I cittadini di San Daniele il 24 novembre saranno chiamati a decidere sul destino della biblioteca

Indetto il referendum per il futuro della Guarneriana

E’ stata definita la data per il referendum sul futuro della Biblioteca Guarneriana, la più antica del Friuli. I cittadini di San Daniele saranno chiamati a esprimere la propria opinione il 24 novembre, lanciando così un segnale all’amministrazione comunale che ha in mente un ampio progetto di ammodernamento. La Giunta guidata dal sindaco Pietro Valent, infatti, vuole dividere il fondo antico, quello appunto della Guarneriana vera e propria – che vanta un patrimonio di 600 codici, 84 incunaboli, 700 cinquecentine e altre preziosità a stampa - da quello moderno, sezione simile a quella di tutti gli altri comuni.

Il progetto, però, non convince tutta la cittadinanza e un gruppo di sandanielesi si era mobilitato, dando vita a un comitato spontaneo e a una raccolta firme, per mantenere unite le due anime della Guarneriana.

Il sindaco, quindi, ha deciso d'indire un referendum, per chiedere direttamente ai suoi concittadini quale futuro immaginino per la loro biblioteca. “Ai sandanielesi chiedo di votare no o di astenersi, in modo da far venire meno il quorum”, spiega Valent ai microfoni di Telefriuli. “Vorrei fare in modo che non si bloccassero i progetti già finanziati con un milione di euro dalla Regione. Con questi fondi potremmo realizzare nell’ex Ipsia l'archivio comunale, che la città aspetta da quasi 30 anni, e, nel secondo lotto, una nuova sede per la biblioteca moderna, su superfici raddoppiate rispetto alle attuali. Uno spostamento che libererebbe gli spazi dell’ex Albergo Italia, dove, invece, potremmo davvero valorizzare il patrimonio della biblioteca antica".

“Chiedo ai cittadini di lasciarci lavorare e continuare a investire su San Daniele e sulla cultura”, chiosa il sindaco Valent. “Per come sono impostati, infatti, i due quesiti manterrebbero tutto così com’è, senza una visione per il futuro”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori