Home / Cultura / La Notte dei Classici dei Liceo Petrarca: l’edizione 2021 diventa virtuale

La Notte dei Classici dei Liceo Petrarca: l’edizione 2021 diventa virtuale

Venerdì 28 maggio, dalle 16 alle 20, la rassegna di spettacolo, musica, approfondimenti e letture che si svolgerà contemporaneamente in tutti i licei d’Italia aderenti all’iniziativa

La Notte dei Classici dei Liceo Petrarca: l’edizione 2021 diventa virtuale

Anche quest’anno gli studenti e i docenti del Liceo Petrarca di Trieste daranno vita alla Notte dei Classici, la grande rassegna di spettacolo, musica, approfondimenti e letture, proposta nell’ambito della manifestazione La Notte Nazionale del Liceo Classico.
L’evento si svolgerà contemporaneamente in tutti i licei d’Italia aderenti all’iniziativa venerdì 28 maggio dalle 16 alle 20. Data l’emergenza epidemiologica, la manifestazione di quest'anno, realizzata sotto la supervisione delle prof.sse Claudia Lugnani ed Ermanna Panizon, appare completamente reinventata. La Notte dei classici si trasferisce infatti nello spazio virtuale: sarà possibile seguirla a distanza, sul canale youtube e sul sito dedicati. Durante tutta la serata si alterneranno performance teatrali, musica, interviste e molto altro ancora. Dal sito sarà inoltre possibile accedere a una mostra fotografica online e a un museo virtuale immersivo. Dall'ultima edizione della Notte dei Classici il mondo è cambiato ed anche nella scuola abbiamo dovuto affrontare difficoltà nuove e trovare nuove soluzioni.

La modalità di realizzazione dell’evento e le esperienze maturate durante la pandemia dettano il tema dell’edizione 2021, presenza e distanza. “L’edizione 2021 è il trampolino della ripresa, la rampa di lancio verso un futuro di ritrovata serenità; un momento di comunità, di lavoro condiviso di docenti e studenti, finalmente fianco a fianco, ancora più intenso delle passate edizioni” osserva Cesira Militello, dirigente del Liceo. Il tema presenza e distanza sarà trattato da diverse prospettive: si indagheranno le radici culturali del nostro modo di intendere presenza e distanza nei rapporti sociali, nelle arti e nella letteratura, facendo ricorso agli strumenti interpretativi delle discipline umanistiche e scientifiche. Come sempre, i classici saranno la guida di ogni riflessione e analisi, guida quanto mai necessaria in questo periodo di incertezze e di cambiamenti epocali.
Per molte cose che la distanza ci ha tolto, altre ce ne dà: gli studenti e i docenti del Liceo Petrarca potranno condividere il loro lavoro con tutte le persone interessate, senza limiti di spazio e di tempo; la mutata forma di questo evento ha inoltre reso possibile coinvolgere esperti provenienti da diverse parti d'Italia, che risponderanno in videochiamata alle domande degli studenti e delle studentesse. Interverranno ospiti prestigiosi come Elisabetta Tola, giornalista esperta di comunicazione della scienza e nuovi media, Nicoletta Matteuzzi, storica dell'arte medievale e Direttrice del Sistema museale del Chianti e del Valdarno fiorentino, e Marco Fernandelli, professore di Lingua e Letteratura latina dell'Università di Trieste ed ex docente di lettere del Liceo Petrarca.
I laboratori, realizzati quest’anno in forma di video, coinvolgeranno quasi duecento studenti e costituiranno il cuore della manifestazione. Dalla voce dei ragazzi e delle ragazze del Petrarca sentiremo riflessioni personali e racconti di esperienze; le classi coinvolte nei laboratori presenteranno canzoni, performance, approfondimenti e letture, frutto di un lungo lavoro di elaborazione, svolto sotto la guida partecipe dei docenti della scuola. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori