Home / Cultura / Murale commemorativo per 'Imprimere un pensiero per non dimenticare'

Murale commemorativo per 'Imprimere un pensiero per non dimenticare'

Sonia Fattori e Pier Paolo Mazzon coinvolti nel progetto rivolto alla cittadinanza di Povoletto

Murale commemorativo per 'Imprimere un pensiero per non dimenticare'

Il muro, per antonomasia, è statico, immobile, a volte possente. Nonostante ciò può crollare, o nell’accezione negativa fungere da ostacolo, barriera, separazione, reclusione. Al contempo diviene una protezione, un riparo, un supporto su cui edificare la propria casa.
I muri sono fatti anche per trasmettere la bellezza e sostenere l’arte, nei musei, nei palazzi, nelle chiese divenendo affresco, quindi arte loro stessi, e per veicolare messaggi quando vengono tappezzati di manifesti e di graffiti, messaggi della civiltà urbana che portano disagio, protesta, gioia, amore, il sentire umano ai propri simili.
Nei periodi più difficili l’uomo, come animale sociale, tende ad esaltare il senso di appartenenza alla propria specie a riscoprire il rapporto e il bisogno di avvicinarsi al proprio simili, alla socializzazione, all’altruismo.
Nell’attuale situazione di distanziamento sociale si è trascinati ancor di più verso l’Altro. Sonia Fattori e Pier Paolo Mazzon, due autori di multivisione della regione, normalmente abituati a vagare alla ricerca di temi sociali e naturalistici per le loro creazioni, da proporre poi a nutrite platee, seppur costretti in casa non hanno rinunciato alla loro passione che li ha già visti produrre sul territorio un opera sulla lavorazione degli SCUS. L’idea pubblicizzata del Laboratorio Cautero di Povoletto relativa al progetto “Imprimere un pensiero per non dimenticare”, patrocinato dal Consiglio regionale del Fvg e dal Comune di Povoletto, ha stimolato le corde della loro creatività e ha portato, unitamente alla Proloco di Savorgnano al Torre col sostegno economico di imprese locali, la stessa Sonia Fattori a porsi come collaboratrice dell’evento. Si tratta della proposta, rivolta alla popolazione del comune, di esprimere l’attuale sentire, attraverso frasi, pensieri, citazioni e sensazioni autografe da trasferire su formelle d’argilla che smaltate e cotte, porteranno alla realizzazione di un grande murale commemorativo. L’idea ha coinvolto anche le parrocchie e le Associazioni del territorio e certamente saranno molti coloro che entro il 30 giugno 2020 vorranno lasciare traccia in questa originale formula in loco, inviando i propri pensieri a Imprimereunpensiero@gmail.cominfo@soniafattori.it oppure a mezzo Whatsapp ai numeri +39.349.6197533 – +39.347.5280011.

Verranno replicate, a richiesta, più piastrelle che potranno essere acquistate per creare un fondo di solidarietà il quale consentirà di sostenere le persone in difficoltà nel territorio comunale di Povoletto.
L’idea di avere a disposizione questo fermento di creatività “celato” negli spazi domestici, dell’opera realizzativa delle piastrelle in laboratorio, alla creazione di un lucente Muro iridescente come un arcobaleno una volta giunta la fine dell’emergenza, porterà i due autori a mostrare l’evento attraverso la Multivisione e il suo apparire mediatico audiovisivo. Diverrà un ampliamento, una ulteriore sfaccettatura dell’idea di Alessandra, Elisa e Rosanna Cautero che renderà l’inamovibilità del muro, solido memento, un visibile monumento in movimento a gli occhi che lo vedranno al di là questo territorio friulano.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori