Home / Cultura / Nuovo record di candidature per Friuli Storia

Nuovo record di candidature per Friuli Storia

Sono ben 106 i titoli ricevuti da tutti i principali editori per la VII edizione del Premio Nazionale

Nuovo record di candidature per Friuli Storia

Sono ben 106 le candidature ricevute da tutti i principali editori nazionali per la VII edizione del Premio Nazionale di Storia contemporanea Friuli Storia: si tratta di un nuovo record che batte quello della scorsa edizione, quando le opere ricevute erano state 100. Il numero attesta ancora una volta il successo della manifestazione, che si è affermata come l’iniziativa di riferimento per la saggistica a livello nazionale ma non solo.

Dopo l’analoga esperienza in Slovenia nel 2019, il 14 febbraio il premio è stato infatti presentato in Croazia. A ospitare la prestazione il Liceo Dante Alighieri di Pola, che dal 2016 partecipa con i suoi studenti alla giuria dei lettori. Sono intervenuti Tommaso Piffer, docente dell’Università di Udine e presidente della giuria scientifica, e Debora Radolovic, preside del Liceo Dante Alighieri.

Nel 2020 il premio sarà assegnato con le tempistiche degli scorsi anni. La terzina dei finalisti sarà selezionata dalla giuria scientifica, composta da Elena Aga Rossi, Roberto Chiarini, Ernesto Galli della Loggia, Paolo Pezzino, Tommaso Piffer, Silvio Pons e Andrea Zannini. I lettori della giuria, fissati anche per quest’anno a 300, riceveranno i volumi entro fine maggio, e avranno tempo fino a fine agosto per leggere i tre libri e votare il vincitore. La premiazione avverrà a Udine in ottobre.

Il Premio Friuli Storia è l’unico riconoscimento in Italia per la storia contemporanea ad affidare interamente la scelta del vincitore a una giuria di lettori, e dal 2014 a oggi ha dato la possibilità a centinaia di persone di leggere il meglio della produzione storiografica italiana. Per studenti e giovani in genere, partecipare alla giuria dei lettori è stata poi l’occasione per avvicinarsi per la prima volta alla lettura di saggi storici. In questo caso l’idea è semplice: l’interesse per la storia e per la lettura non possono nascere da un discorso, ma devono essere scoperti come risultato di un’esperienza. Così è nata l’idea di affidare la selezione del vincitore a dei soggetti che non sono lettori abituali, facendo provare loro in prima persona il fascino e il gusto della lettura.

Il Premio Friuli Storia è realizzato con il contributo della Regione Friuli-Venezia Giulia, della Fondazione Friuli, del Comune di Udine, del Gruppo Danieli e di Poste Italiane SpA, e con la collaborazione del Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Università di Udine, del Messaggero Veneto e di Mediafriuli.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori