Home / Cultura / Presentanta a Trieste la IX edizione de 'Le Vie delle Foto'

Presentanta a Trieste la IX edizione de 'Le Vie delle Foto'

Dal 1° al 30 aprile la nona edizione dell'evento che si svolge nei migliori locali del centro cittadino

Presentanta a Trieste la IX edizione de \u0027Le Vie delle Foto\u0027

Ritorna per il nono anno consecutivo “Le Vie delle foto di Trieste, evento dedicato alla passione fotografica e alla scoperta del territorio.
Presentata oggi (mercoledì 27 marzo 2019) presso Eppinger Caffè dalla direttrice e ideatrice del progetto, Linda Simeone, la manifestazione, che si svolge nei migliori locali del centro cittadino di Trieste, aprirà i battenti il primo di aprile e proseguirà per tutto il mese. In questi trenta giorni sarà possibile visitare le mostre fotografiche (quest’anno 45 in tutto) di 80 fotografi provenienti da tutto il mondo, partecipare a tour guidati della città, assistere a workshop gratuiti di reportage e prendere parte a varie altre attività, collegate sempre al mondo della fotografia.

Per il nono anno viene confermata la collaborazione con Civiform, Ente accreditato dalla Regione Friuli Venezia Giulia che opera nel settore della formazione e gli allievi delle terze classi, offrendo loro la possibilità di realizzare il materiale pubblicitario dell'evento.

La manifestazione prevede la realizzazione di un workshop gratuito di fotografia di reportage tenuto dal fotografo Luca Cameli di San Benedetto del Tronto, abituale frequentatore della kermesse fotografica.

Ogni sabato pomeriggio si svolgeranno dei tour guidati della città durante i quali sarà possibile visitare tutte le mostre a catalogo e conoscere Trieste dal punto di vista fotografico, da quello dell’accoglienza turistica e soprattutto dal lato storico e culturale.

Sede principale dell'evento sarà quest'anno la ZKB Starter propulsore d’impresa della ZKB Zadružna Kraška Banka Trst Gorica Zadruga, ZKB Credito Cooperativo Di Trieste e Gorizia Società Cooperativa, situata all'interno dell'incubatore di nuovi progetti di piazza della Libertà, 5. Qui si svolgeranno tutti i corsi e sarà possibile ritirare i biglietti per i tour e ricevere la mappa che tutti gli anni viene messa gratuitamente a disposizione degli interessati.

Come prassi consolidata, Le vie delle foto guarda anche alla beneficenza: tutti i fotografi che parteciperanno a questa edizione doneranno una foto che verrà poi messa in vendita attraverso diversi canali. Anche quest'anno il ricavato verrà donato al Lions Club di Duino Aurisina che lo utilizzerà per il proprio service. Stessa destinazione pure per il portfolio di Furio Rodella, che riceverà il patrocinio di riconoscimento per una mostra dedicata all'ipovisione, proprio nel giorno del Lions Day, l'8 aprile.

Mostre particolari di quest'anno saranno quelle di Sistiana Diving e di Lucio Ulian che sono protagoniste di un libro che uscirà a fine mese dedicato alla Costa del comune di Duino Aurisina. Da segnalare anche le esposizioni di Liza Politi e Ari Espai, che girano l'Asia immortalando momenti fotografici destinati a una raccolta fondi umanitaria. Il Premio goliardico a mostra non ancora aperta va al fotografo in erba Fabio Bubola, che ha scelto come tema La magia del cantiere: una serie di scatti che immortala degli anziani intenti a sbirciare all'interno degli scavi.

“Negli ultimi dieci anni Trieste è cambiata moltissimo” riferisce Linda Simeone, la direttrice de Le vie delle Foto. “Ricordo con nostalgia – prosegue - i locali e bar nei quali si poteva trascorrere l'intera mattina a bere il caffè o a giocare a carte. Nostalgie a parte, questa nuova Trieste della ristorazione è però estremamente dinamica, attenta alle esigenze dei clienti e aperta al cambiamento. Sarà un anno interessante e ricco di emozioni- conclude – e stiamo già lavorando alla decima edizione della manifestazione, che costituirà un evento memorabile”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori