Home / Cultura / Ultimi giorni per visitare la mostra sui 70 anni del Novi Matajur

Ultimi giorni per visitare la mostra sui 70 anni del Novi Matajur

Sarà aperta al pubblico, nella galleria del Kulturni dom di Gorizia, fino al 20 febbraio 2022

Ultimi giorni per visitare la mostra sui 70 anni del Novi Matajur

Visto il buon successo di pubblico rimarrà aperta fino al 20 febbraio 2022, presso la galleria del Kulturni dom di Gorizia (via I. Brass 20), la mostra documentaristica "Novi Matajur: 70 anni del settimanale della minoranza slovena in Friuli".

Nell'ottobre del 2020 sono trascorsi 70 anni dall’uscita del Novi Matajur, settimanale degli sloveni della Provincia di Udine.Il primo numero del Matajur è uscito il 3 ottobre 1950, il giornale prese a uscire ogni quindici giorni, la sua redazione, guidata da Vojmir Tedoldi, a causa della forte pressione nazionalista in Benecia di allora, si trovava a Udine. Nel 1974 la testata venne denominata Novi Matajur, la redazione si trasferì a Cividale, direttore responsabile divenne Izidor Predan, che ha firmato il giornale fino al 1984. Con il primo gennaio 1985 il Novi Matajur è diventato settimanale, la direzione è stata nel contempo affidata a Iole Namor; dal primo settembre 2013 il direttore responsabile del settimanale é Michele Obit.

Già dalla sua fondazione il giornale svolge essenzialmente tre funzioni, ancora oggi attuali: informativa, culturale e di collegamento. Dà infatti visibilità alla comunità slovena e di essa pubblica notizie e informazioni dirette a un vasto territorio dove vivono gli sloveni e i friulani. Di significato elevato è il ruolo culturale del giornale, dove i lettori possono conoscere la propria storia e tradizione culturale. Nelle sue pagine, generazioni di beneciani hanno imparato a riconoscere e a scrivere nei dialetti sloveni, così come si sono avvicinati alla lingua slovena letteraria.

La mostra è promossa dal Kulturni dom di Gorizia, dal Novi Matajur e dalla Cooperativa Maja (nell’ambito del progetto Cedrmaci), con il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e dell’Unione Culturale Economica Slovena (SKGZ).

I promotori si raccomandano il rispetto delle norme vigenti anti Covid-19: Green pass rafforzato, distanziamento, mascherine protettive.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori