Home / Cultura / Quali strategie per il centenario Pasoliniano?

Quali strategie per il centenario Pasoliniano?

Interrogazione dem per chiarire l'accordo tra Centro studi e Pordenonelegge in vista del 2022

Quali strategie per il centenario Pasoliniano?

"Il conto alla rovescia per il centenario della nascita di Pasolini è iniziato e il recente accordo tra il Centro studi Pasolini e la fondazione Pordenonelegge può certamente essere premessa per un proficuo lavoro di squadra. È bene però che, anche da parte della Regione, siano esplicitate le strategie complessive di sviluppo del distretto pasoliniano, all’interno delle quali Centro e fondazione devono trovare ruoli equilibrati che mettano insieme attività di ricerca e promozione in modo sinergico. Altrettanto importante, visto il periodo di forte difficoltà del comparto culturale, che siano date rassicurazioni sul mantenimento della situazione occupazione del Centro Studi".

Lo afferma la consigliera regionale del Pd, Chiara Da Giau che attraverso un'interrogazione all'assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli chiede la condivisione delle finalità e modalità della collaborazione di recente formalizzata tra il Centro studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia e la fondazione Pordenonelegge.

"L'appuntamento del prossimo 5 marzo 2022 è una ricorrenza di rilievo, in vista della quale si moltiplicherà certamente l’impegno di tutti per onorare al meglio il grande poeta e artista friulano. Sarà occasione perché l’attività di ricerca e studio del Centro si potenzi ancor di più e il grande lavoro di questi anni possa essere messo a disposizione di un pubblico specializzato o popolare ancora più vasto. La collaborazione con tutte le realtà, con il territorio in tutte le sue sfaccettature e rappresentanze, dovrà essere sviluppata al meglio e una buona partenza è un buon viatico. Per questo – conclude Da Giau – riteniamo opportuna la conoscenza dei termini degli accordi tra il Centro studi, del quale la Regione è socia, e Pordenonelegge per quanto riguarda le strategie di sviluppo del distretto pasoliniano, il ruolo specifico che Centro e Fondazione avranno e anche per quanto riguarda gli aspetti economici e il futuro delle professionalità oggi impiegate all’interno del Centro studi".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori