Home / Cultura / San Vito di Ronchi dei Legionari festeggia il suo patrono

San Vito di Ronchi dei Legionari festeggia il suo patrono

Appuntamento sabato 15 giugno dove un tempo sorgeva l'antica chiesa cinquecentesca

San Vito di Ronchi dei Legionari festeggia il suo patrono

Sarà celebrata sabato15 giugno alle 20 con la Messa all’aperto negli spazi della ditta Bertinazzi, la festa di San Vito, patrono dell’antico rione di Ronchi dei Legionari dove sorgeva la cinquecentesca chiesa dedicata al santo, la quale presentava, all’esterno, anche un piccolo cimitero. 
Nel 1735 il parroco, Antonio Veronese, la definì ‘San Vito capo di sotto’ e informò gli abitanti che essa aveva dei beni dai quali ricavava 17 ‘pesenali’ di frumento e la metà del vino prodotto dal suo colono. Nel cimitero venne sepolto, secondo gli studi effettuati da Silvio Domini, il naturalista don Leonardo Brumati, morto il 23 agosto del 1855 proprio nel rione dove risiedevano i suoi familiari. La chiesetta venne distrutta durante la prima guerra mondiale. Resta, oggi, una bella immagine scattata nel 1910 nella quale si può ammirare il campanile a vela della chiesa. Qui, nel 1983, fu posta una stele in ricordo di un ‘tesoro’ che non c’è più. Vale anche la pena ricordare che alla fine del dicembre 2015, il fotografo ronchese Federico Leban, ha avuto il grande pregio di aver permesso alla comunità di ripercorrere un’importante pagina della storia cittadina che continua a vivere attraverso le sue immagini. 
Si tratta infatti di ricordi dal sapore antico ma legati alla tradizione e alla fede comunitaria. Leban, ha donato due grandi opere di foto pittura, larghe 110 centimetri e alte 160, alla parrocchia di San Lorenzo. Esse, sono frutto di accurate ricerche, di una fedele riproduzione e di una attenta elaborazione che hanno richiesto molte ore di sapiente lavoro. I quadri riproducono San Silvestro e San Vito, ai quali erano dedicate le due chiesette ronchesi ormai scomparse. Quella di San Silvestro era situata lungo l’attuale via Roma mentre quella di San Vito rivive attraverso la foto dipinto custodito nella parrocchiale di san Lorenzo ma anche nei cuori di quanti parteciperanno alla celebrazione del prossimo 15 giugno. La messa prefestiva in san Lorenzo viene sospesa per l’occasione mentre resta confermato l’ultimo weekend della Sagra de la Cesa di Vermegliano.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori