Home / Cultura / Sempre più bambini affascinati dall'arte della ceramica

Sempre più bambini affascinati dall'arte della ceramica

Prosegue a gonfie vele l'attività della scuola Germano Masetti di San Pier

Sempre più bambini affascinati dall\u0027arte della ceramica

Si è appena concluso, con grande soddisfazione del Sindaco Riccardo Zandomeni e dell’assessore Marta Lollis, anche quest’anno con grande successo, il corso di ceramica pomeridiano del venerdì pomeriggio presso la scuola di ceramica comunale  ’Germano Masetti’ di San Pier d’Isonzo; quest’anno il progetto dell’amministrazione comunale è stato sostenuto anche dal prezioso contributo della Fondazione Carigo di Gorizia: il progetto è stato presentato infatti tra i bandi messi a disposizione dalla Fondazione, risultando finanziato.

Il corso che è durato da ottobre ad inizio maggio ha permesso ad alcuni degli alunni della scuola primaria Giacomo Venezian di lavorare con l’argilla ma non solo; le attività pratiche sono state integrate da percorsi di lettura ad alta voce per permettere ai bambini di scoprire le infinite potenzialità dei libri. Durante il mese di febbraio è stato tenuto un incontro con l’Associazione Centro Studium, grazie al progetto ‘Librilliamo’: alcuni ragazzi delle scuole superiori di Gorizia hanno letto e interpretato diversi libri ai bambini, introducendoli al mondo delle fiabe.

‘Librilliamo’ è un progetto che consiste ‘semplicemente’ nell’incontrare i bambini, leggere insieme a loro dei libri e farli divertire e, talvolta, riflettere.

È il mese di Marzo 2016 quando Marco Pellegrini avvia il progetto che, successivamente, assumerà il nome di ‘Librilliamo’. Tutto comincia con dei brevi incontri negli asili dell’Isontino, durante i quali Pellegrini trascorre poco tempo con i bambini, divertendoli con giochi e letture.

Un anno dopo nasce l’idea di coinvolgere dei giovani nell’iniziativa, e prende così il via un progetto di alternanza scuola lavoro promosso dal polo liceale goriziano e l’associazione Centro Studium di Gorizia. L’obiettivo è insegnare agli adulti a guardare il mondo con gli occhi dei bambini dando allo stesso tempo ai bambini nuovi strumenti per conoscere la realtà.

Nel progetto di San Pier ad esempio è stata presa in esame la favola di Cappuccetto Rosso che è servita nelle lezioni successive alla creazione da parte dei bambini di un manufatto in ceramica ispirato proprio al valore della lettura e alla trasfigurazione su ceramica di quanto la fiaba abbia trasmesso. L’assessore Marta Lollis sottolinea il grande lavoro di sinergia tra uffici comunali e ceramiste, dalla stesura del progetto alla sua realizzazione pratica. “Prosegue quindi nel migliore dei modi la valorizzazione di questa eccellenza che siamo fortunati ad avere nel nostro comune, unica nel Friuli Venezia Giulia”, sottolinea il Sindaco Zandomeni. L’obiettivo è proprio quello di andare a potenziare sempre più progettualità diverse che vadano a valorizzare appieno il valore didattico educativo della scuola di ceramica.

L'attività didattica di ceramica invece per quest'anno scolastico ha svolto un interessante studio sull'arte. I ragazzi di classe V sono stati impegnati a realizzare dei progetti su carta dove venivano disegnati dei quadri ispirati all'artista Gustav Klimt. Gli stessi venivano poi realizzati su argilla; i ragazzi si sono focalizzati sugli abiti delle donne che Klimt dipingeva. Per i più piccoli l'attività di ceramica è stato un momento creativo di manipolazione delle diverse argille.

Le classi del secondo ciclo hanno sviluppato la parte riguardante la storia che ha visto come protagonista il nostro museo archeologico dei bambini (MAB). Con l'aiuto dell'archeologa Chiara Magrini sono stati sviluppati gli argomenti relativi all'epoca romana: ‘Il gioco antico’ e ‘I frammenti dei reperti’. È stato messo a dimora un erbario con piante antiche corredate da piastrelline in ceramica dove sono stati riportati i disegni delle piante con relativo nome scientifico. La scuola dell'infanzia con il gruppo dei grandi ha riprodotto le ‘monete romane’ in modo molto originale.

La mostra di ceramica sarà aperta nei giorni dal 6 al 12 giugno presso la scuola di ceramica comunale ‘Germano Masetti’ di San Pier d’Isonzo, via Sauro 10: la mattina dalle 10 alle 12 e nei pomeriggi di sabato e domenica dalle 17 alle 19. Si precisa che il giorno 6 Giugno alle ore 14.00 si terrà l'inaugurazione riservata ai genitori degli alunni.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori