Home / Economia / 'Serve un chiarimento sul nuovo impianto Kronospan'

'Serve un chiarimento sul nuovo impianto Kronospan'

Sut (M5S) chiederà un incontro con la proprietà dell'azienda di San Vito al Tagliamento

\u0027Serve un chiarimento sul nuovo impianto Kronospan\u0027

"Chiederò a breve un incontro con la Kronospan di San Vito al Tagliamento. Il suo progetto di realizzazione di un nuovo impianto di produzione di pannello truciolare da legno riciclato pone quesiti di natura ambientale che meritano un approfondimento, già richiesto nell’interrogazione presentata dal gruppo M5S in Regione Friuli Venezia Giulia, in linea con il lavoro di ascolto che sto svolgendo sul territorio con i soggetti coinvolti dal piano dell'azienda austriaca”. Lo dichiara il deputato M5S Luca Sut, capogruppo pentastellato in Commissione Attività produttive della Camera.

“Nessuna idea preconcetta sull’iniziativa espansiva di Kronospan - afferma Sut - ma vogliamo vederci chiaro. E’ necessario conoscere appieno due aspetti principali - osserva il Portavoce M5S a Montecitorio - legati al materiale che verrà utilizzato come combustibile nella nuova caldaia a biomassa da 43 MW termici, unitamente a ulteriori ragguagli inerenti l’utilizzo di acqua di falda”.

“In questi giorni - prosegue - sto raccogliendo i punti di vista di esponenti e realtà locali, a diverso titolo interessati dalla vicenda. Ho incontrato Renato Mascherin e Daniele Gerolin del Consorzio industriale Ponterosso, oltre al sindaco di San Vito, Antonio Di Bisceglie e a Isaia Gasparotto di Ambiente Servizi. Assieme al consigliere Capozzella abbiamo raccolto osservazioni e pareri, mentre attendiamo le risposte della Giunta regionale a seguito dell'interrogazione che i colleghi del Gruppo consiliare M5S discuteranno mercoledì prossimo. Una cosa è certa: ben venga lo sviluppo delle imprese, ma vogliamo rassicurazioni provate circa le condizioni di sicurezza ambientale del progetto di di Kronospan”, conclude Sut

1 Commenti
zaros

Condivido la richiesta del deputato Luca Sut di incontrare per chiarimenti la società che propone un progetto così importante per il nostro territorio e paese.
Mi permetto soltanto di sollecitare i tecnici ed i politici di incontrare l'azienda al più presto ed una volta avute le assicurazioni necessarie dare il loro nulla osta ad una iniziativa industriale molto rara di questi tempi.
Facciamo in modo che l'investitore estero, trovi interlocutori italiani seri, preparati e solleciti e dia corso al progetto; in caso contrario sappiamo già che andrà ad investire altrove.

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori