Home / Economia / Al Linussio di Codroipo un'isola robotica

Al Linussio di Codroipo un'isola robotica

Grazie alla generosità di Pmp Pro-Mec, Refrion, Rhoss e Thermokey parte un nuovo percorso di formazione professionale post diploma

Al Linussio di Codroipo un'isola robotica

"Per evitare di piegarsi sulle proprie debolezze il nostro Paese deve porre nuovamente le competenze al centro della propria agenda. È necessario superare il pregiudizio che considera la formazione professionale un percorso di serie B rispetto agli altri ambiti formativi, perché questa mette in moto un bagaglio d'ingegno straordinario che oltre a preparare concretamente all'ingresso nel mondo del lavoro consente, a chi lo desidera, di accedere a tutti gli altri percorsi possibili". È questo il messaggio lanciato dal vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, in occasione dell'inaugurazione dell'isola robotica dell'officina dell'Istituto di istruzione superiore Linussio di Codroipo, realizzata grazie alla generosità di quattro aziende regionali - Pmp Pro-Mec, Refrion, Rhoss e Thermokey - che consentirà l'avvio nel capoluogo del Medio Friuli di un nuovo percorso di formazione professionale post diploma della durata di 515 ore, di cui 300 all'interno delle aziende.

L'iniziativa, incardinata nel progetto Pipol Fvg e sviluppata assieme alla Regione e all'Enaip Fvg, ha permesso lo sviluppo di un percorso formativo studiato ad hoc per introdurre figure professionali altamente specializzate nell'organico delle realtà produttive locali, rispondendo così sia alle esigenze di chi vuole inserirsi o reinserirsi nel mondo del lavoro sia a quelle delle imprese.

Elogiando l'impegno e l'entusiasmo e la determinazione di tutti i partecipanti all'iniziativa, Riccardi ha evidenziato che "quanto realizzato all'Istituto Linussio di Codroipo, grazie anche all'intelligenza del tessuto imprenditoriale che ha saputo cogliere quest'occasione e alla lungimiranza degli amministratori pubblici coinvolti, è la dimostrazione che le scuole devono aprirsi al mondo. Sovrapporre la parte finale del percorso scolastico e la parte iniziale della vita professionale è determinante per superare il gap che ha portato il nostro Paese ad avere un grande produzione di diplomi e lauree obbligando però le persone a trovarsi in un mondo completamente nuovo all'incontro con il lavoro".

Il vicegovernatore ha quindi rimarcato che "per essere competitivi dobbiamo superare i retaggi del passato, a cui sono legate alcune corporazioni, e comprendere che i processi di automazione e modernizzazione non sostituiscono l'essere umano nel contesto produttivo perché la capacità di innovazione è data dall'uomo, che grazie alle proprie competenze rimane centrale".

"I risultati compiuti nel polo scolastico di Codroipo sono rilevanti e dimostrano la fondatezza e la correttezza della scelta di investire sulla scuola per creare un forte elemento di attrazione basato anche su una scelta urbanistica fondata sia sulla centralità sia sulla prossimità" ha detto Riccardi. "Insieme all'assessore regionale all'istruzione Rosolen lavoreremo affinché la Regione continui ad investire in quest'area per garantire l'ulteriore sviluppo del polo scolastico codroipese perché in questo territorio c'è una solida alleanza tra le istituzioni, il mondo della formazione, l'imprenditoria e la comunità locale". 

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori