Home / Economia / Al Marinoni di Udine nasce la laurea abilitante per i geometri

Al Marinoni di Udine nasce la laurea abilitante per i geometri

Dal prossimo anno accademico consentirà di accedere direttamente all'esercizio della professione

Al Marinoni di Udine nasce la laurea abilitante per i geometri

"In un momento storico come quello che stiamo attraversando guardare al futuro con ambizione è necessario per disegnare una prospettiva a misura della comunità e del territorio in cui viviamo. La sfida del Pnrr richiede nuove professionalità sempre più qualificate, alte e con la capacità pragmatica di dare risposte immediate".

È il commento dell'assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli intervenuta oggi all'Istituto tecnico statale Marinoni di Udine alla presentazione della laurea abilitante per geometri che dal prossimo anno accademico consentirà di accedere direttamente all'esercizio della professione.

All'evento presentato dalla dirigente scolastica dell'Istituto, Anna Maria Zilli, hanno preso parte anche il vicepresidente del VII Commissione permanente (istruzione pubblica, beni culturali) del Senato, Mario Pittoni, il sindaco di Udine Pietro Fontanini, il presidente del Consiglio nazionale Geometri Maurizio Savoncelli, il presidente del Collegio dei Geometri di Udine Lucio Barbiero.

Il corso di laurea abilitante è stato attivato grazie ad un accordo con l'Università degli studi di Udine, risultato che Zilli ha definito "traguardo meraviglioso, che consolida l'attrattività dell'istituto Marinoni nel panorama delle scuole secondarie di secondo grado udinesi di cui è uno dei punti di riferimento".

"La tradizione delle costruzioni in Friuli ha radici antiche e profonde, tanto che si è sempre parlato di "mal del madon", quel desiderio che c'è sempre stato nei giovani friulani di costruirsi una casa e di disegnare il proprio territorio", ha detto l'assessore.

Zilli ha evidenziato anche concetti di sostenibilità, di formazione continua e di crescita in armonia con gli obiettivi europei, valori riconducibili alla moderna figura del geometra laureato.

In apertura di evento è stato letto anche un messaggio di saluto di Massimiliano Fedriga in cui il governatore del Friuli Venezia Giulia ha ribadito che "il riconoscimento della laurea abilitante per i geometri deriva da alcuni passaggi fondamentali fatti dal nostro Parlamento negli ultimi tempi e spinti anche dalla pandemia a superare ostacoli ormai anacronistici. È un modo per rendere più immediato l'ingresso nel lavoro, senza creare nuove figure professionali o nuovi percorsi di studi, ma dando valore a quelli già esistenti. Credo che sia la miglior dimostrazione di fiducia che lo Stato poteva dare alle giovani generazioni".

“Abbiamo ritenuto utile organizzare un evento pubblico di presentazione della laurea professionalizzante del geometra”, sono le parole della dirigente Zilli. “Il 28 ottobre il Senato ha definitivamente chiuso l’iter parlamentare di approvazione della legge. Il corso di laurea triennale è professionalizzante e soprattutto abilitante in quanto dopo aver conseguito la laurea consente l’iscrizione all’albo della professione in modo dinamico, senza sostenere un ulteriore esame per l’esercizio alla libera professione di geometra”.

Il corso universitario prevede due anni accademici e uno di tirocini professionalizzanti (lavoro negli studi professionali, nelle aziende, nei comuni…) così da favorire l’immediato inserimento nel mondo del lavoro e della professione.

“Abbiamo voluto illustrare nel dettaglio tutte le possibilità offerte dal nuovo disposto legislativo agli addetti ai lavori, come presidi, istituzioni, dirigenti dei collegi e le famiglie dei ragazzi che si trovano in questo mese a dover scegliere la scuola superiore, propedeutica all’ingresso al corso universitario”, continua Anna Maria Zilli, ricordando che proprio sabato 4 dicembre dalle 15 alle 18 nell'istituto si terrà scuole aperte, per conoscere da vicino l'offerta formativa. “E’ un’occasione importante per i ragazzi del nostro Friuli, dove come altre regioni d’Italia, la figura professionale tecnica del geometra è molto richiesta ma non trova adeguate di disponibilità. In evidenza l’iniziativa svolta in questi tre anni dall’università di Udine che con l’opera del dipartimento politecnico di ingegneria e architettura ha istituito dal 2018 il corso di laurea sperimentale L23 tecniche dell’edilizia e del territorio (partecipata anche dai periti industriali) e che ora viene adeguato e allineato alle disposizioni di legge definitive”.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori