Home / Economia / All'Ipsia di Codroipo una macchina a Controllo numerico

All'Ipsia di Codroipo una macchina a Controllo numerico

Si tratta di un centro di lavoro "Cnc Edu" con tutte le attrezzature e ambienti di simulazione evoluti

All\u0027Ipsia di Codroipo una macchina a Controllo numerico

Un progetto innovativo, concepito per dotare la scuola di ambienti in cui riprodurre scenari industriali, quali i processi produttivi automatizzati, come contesti per lo sviluppo delle nuove competenze richieste alle figure professionali tecniche del mondo del lavoro e di Industria 4.0. È quanto è stato inaugurato oggi, alla presenza dell'assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini, nella sede Ipsia Ceconi Manutenzione e Assistenza tecnica dell'Isis "J. Linussio" di Codroipo: si tratta di un centro di lavoro "Cnc Edu" con tutte le attrezzature e ambienti di simulazione evoluti necessari per le fasi di disegno, progettazione delle lavorazioni in modo da ricreare un tipico ambiente produttivo.

Il macchinario, del valore di circa 45mila euro, è stato finanziato attraverso il bando dei Fondi Strutturali Europei - Programma Operativo Nazionale "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014-2020. A illustrare la forte integrazione tra tessuto produttivo, scuola e istituzioni sono stati la dirigente dell'Isis Maddalena Venzo, il sindaco di Codroipo Fabio Marchetti e il titolare dell'azienda Pmp-Promec di Coseano Luigino Pozzo, impresa che grazie al protocollo siglato con l'amministrazione comunale promuove l'interazione della sezione Manutentori elaborando una serie di attività formative mirate.

"Avete centrato il grande nodo che le imprese si trovano ad affrontare, ovvero la mancanza di tecnici qualificati" ha sottolineato Bini, toccando nel suo intervento i temi dell'allineamento tra i percorsi formativi e le esigenze delle imprese, la quantità di risorse investite a favore del futuro professionale dei giovani.

"Viviamo in un Paese dove purtroppo - ha aggiunto Bini - al futuro dei giovani si pensa poco e per questo rischia la desertificazione di talenti e di imprese. Basti solo un confronto con la Germania che, assieme all'Italia, è sul podio delle manifatture d'Europa: le scuole tedesche formano 800 mila tecnici qualificati all'anno, noi 10mila, una differenza abissale. La Regione Fvg va in controtendenza ed è una di quelle che sta investendo di più sulla formazione, con oltre 20 milioni di euro di risorse all'anno e un continuo confronto con il mondo del lavoro per allineare la domanda con l'offerta".

Nell'occasione dell'inaugurazione è stato reso noto che a breve vi sarà una riunione con l'assessore regionale al Lavoro e Formazione, Alessia Rosolen, per avviare un progetto formativo locale legato alle tecnologie meccaniche.

Il progetto di Codroipo è stato impostato sulla fedele riproduzione di tutte le fasi che vanno dallo studio del ciclo produttivo di un particolare meccanico, alla realizzazione dello stesso, rispecchiando quello che è il normale ciclo produttivo aziendale. Il connubio tra macchine utensili, sia manuali che a controllo numerico, accompagnati da pacchetti software dell'ultima generazione, permette di sviluppare in modo efficace dei percorsi di apprendimento caratterizzati da un lato da strumenti innovativi per la didattica in aula e per le lavorazioni, e dall'altro, su macchine che ripropongono gli stessi scenari della realtà lavorativa.

Un'attenzione particolare è stata dedicata al problema della sicurezza, adottando una soluzione innovativa che permetterà ai discenti di affrontare le macchine Cnc solo dopo aver acquisito una buona dimestichezza con i controlli e le metodologie di lavorazione tramite dei simulatori assistiti da software dedicati.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori