Home / Economia / Banca Finint, cento milioni per le Pmi

Banca Finint, cento milioni per le Pmi

Iniziativa dedicata alle aziende del territorio per supportare gli investimenti e dare nuovo impulso alla ripartenza post Covid

Banca Finint, cento milioni per le Pmi

Un plafond di 100 milioni di euro dedicato alle imprese del Triveneto per finanziare i loro percorsi di crescita e supportarle nella complessa fase di ripresa delle attività conseguente all’emergenza Covid-19: è l’iniziativa con cui Banca Finint intende dare un nuovo impulso alla ripartenza del territorio nordestino e delle imprese che ne sono il motore trainante.

Il plafond mette a disposizione delle aziende del Triveneto finanziamenti, anche grazie alla garanzia offerta dal Fondo Centrale, per investimenti finalizzati alla crescita, all’innovazione e al rafforzamento sui mercati o per dare un nuovo slancio ad aziende ad alto potenziale di sviluppo che necessitano di liquidità per supportare la ripartenza post emergenza Coronavirus.

Alle imprese potranno essere erogati finanziamenti chirografari a condizioni competitive che vanno da un importo minimo di 100.000 a un importo massimo di 1.500.000 euro: la durata del finanziamento può variare a seconda della finalità (investimento o liquidità).

“Banca Finint è da sempre attenta alle esigenze delle imprese del territorio – commenta Enrico Marchi, Presidente di Banca Finint – Sin dalla sua nascita, la nostra missione è di essere una banca di investimenti radicata sul territorio e al servizio dello sviluppo del Nordest e delle sue aziende. La crisi economica causata dalla pandemia da Coronavirus ha toccato inevitabilmente anche il nostro territorio, mettendo le aziende di fronte a grandi incertezze ma anche a nuove sfide e opportunità di sviluppo. E proprio in questa prospettiva si inserisce il nuovo plafond che guarda al futuro e alla crescita ed è rivolto alle imprese eccellenti del Triveneto che intendono sostenere il proprio percorso di sviluppo con investimenti in tecnologie, innovazione e beni mobili o che vogliono rafforzare il proprio posizionamento e necessitano di una spinta propulsiva di liquidità per ripartire e adattarsi in breve tempo ai cambiamenti del mercato che la pandemia da Covid-19 ha comportato".

"Le crisi nascondono sempre delle nuove opportunità di cambiamento e proprio in circostanze come questa le imprese del Triveneto hanno sempre manifestato la capacità di sprigionare nuove energie e nuove forze per lo sviluppo. Con questo plafond vogliamo perciò contribuire a tenere acceso il motore del nostro territorio, mettendo il nostro know-how finanziario a servizio dell’economia reale e dello sviluppo del Nordest”.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori