Home / Economia / Bic Incubatori Fvg, al via la riqualificazione

Bic Incubatori Fvg, al via la riqualificazione

Deliberati 1,5 milioni di euro di finanziamento via Frie grazie a CiviBank

Bic Incubatori Fvg, al via la riqualificazione

Dopo l’approvazione nei mesi scorsi da parte di Bic Incubatori Fvg del piano d’investimento di 2 milioni di euro per la riqualificazione dell’incubatore, sono stati formalizzati oggi, davanti al notaio, gli ultimi atti per il finanziamento agevolato FRIE di 1,5 milioni di Euro con il supporto di CiviBank.

L’investimento riguarda in particolare la digitalizzazione della sede dell’incubatore BIC, sito in Via Flavia a Trieste, con la posa della fibra ottica in tutti i locali e con la creazione di una sala dati utilizzando le più avanzate tecnologie. A disposizione delle imprese insediate, ma anche di quelle esterne, vi sarà un Cloud HPC Data Centre, fornito da Trieste Valley, società di Biovalley Group, con applicazioni in diversi ambiti. Ciò permetterà una accelerazione della trasformazione digitale delle imprese.

Oltre alla parte tecnologica, all'interno dell'incubatore saranno realizzate delle moderne sale riunioni dove le imprese potranno seguire e organizzare seminari e riunioni anche in videoconferenza.

La riqualificazione del'incubatore è il secondo obiettivo che verrà realizzato dopo il passaggio di proprietà, avvenuto nel marzo scorso, in cui la finanziaria regionale Friulia S.p.A. ha conferito a Biovalley Investments Partner S.p.A. la totale partecipazione in BIC Incubatori Fvg. Nei primi mesi infatti, successivi al passaggio, è stato rinforzato l'organico che è attualmente composto da cinque persone, con direttore Alberto Steindler.

Al momento sono ospitate al BIC 49 imprese, che occupano più di 370 persone. Il fatturato complessivo delle imprese insediate supera i 65 milioni di euro (dati 2020). Durante il 2021, sono entrate tre imprese, mentre è da segnalare già nei primi giorni di quest'anno l'ingresso di una startup innovativa che opera nel campo della rilevazione dati attraverso i satelliti e la creazione di prodotti di intelligenza artificiale.

Il BIC è supportato in questa operazione da CiviBank, istituto leader in Friuli Venezia Giulia per i finanziamenti agevolati con fondi regionali. La delibera a favore di BIC conferma l'impegno di CiviBank a favore delle imprese che vogliono innovare e crescere in Regione: nel 2021 CiviBank ha deliberato 48 finanziamenti di questa natura tra FRIE e Fondo Sviluppo, per un totale di 100 milioni di euro. Si tratta di quasi il 50% di tutte le operazioni fatte in Regione attraverso questi fondi.

Il commento di Alberto Steindler, Direttore di BIC Incubatori FVG: “Grazie agli innovativi strumenti che saranno realizzati con questo importante investimento, BIC potrà meglio affiancare le imprese insediate nelle sfide della trasformazione digitale dei processi produttivi e supportarle con maggior efficacia nella diffusione dei loro prodotti nei rispettivi mercati di riferimento”.

“Questa operazione è di particolare importanza, poiché potenziare l’incubatore BIC significa amplificare i suoi benefici per tutte le imprese coinvolte nelle sue attività, a Trieste come in tutto il Friuli Venezia Giulia,” è il commento di Mario Crosta, Direttore Generale CiviBank. “Continueremo a rafforzare il ruolo di CiviBank nei finanziamenti agevolati regionali tramite non solo il FRIE, ma anche il Fondo Sviluppo, come previsto dal Piano Industriale 2021-2023: il nostro obiettivo è sostenere le imprese della Regione che vogliono innovare e continuare ad investire per potenziare la propria capacità produttiva ed aumentare la presenza nei mercati sia interni che internazionali".

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori