Home / Economia / Confesercenti, tavolo permanente a Udine

Confesercenti, tavolo permanente a Udine

La richiesta di una Consulta del Commercio e del Turismo per affrontare assieme la programmazione

Confesercenti, tavolo permanente a Udine

"Quando nella sede della Confesercenti di Udine sono giunte richieste di spiegazione da parte dei nostri associati per l’Ordinanza emanata dal Comune di Udine relativa all’emergenza sanitaria Covid-19, abbiamo immediatamente contattato i vertici del Comune per rappresentare il nostro disappunto e la nostra preoccupazione", spiegano dall'associazione. "Il divieto di servire al banco i clienti dei bar, delle osterie, dei ristoranti (che già vedono limitata la propria attività dovendo distanziare di almeno 1 metro i clienti seduti ai tavolini), avrebbe messo definitivamente in ginocchio una categoria già provata dalla crisi in atto".

"La risposta dell’amministrazione è stata, ad onor del vero immediata, e dopo una veloce verifica è stata modificata l’Ordinanza e quindi la questione si potrebbe archiviare come un incidente di percorso o banale disattenzione, risolta dalla segnalazione congiunta della Confesercenti e della Confcommercio. In realtà questa è la classica goccia che fa traboccare il vaso…", continua l'associazione. "Visto che a livello nazionale (in data 4 marzo) si è tenuta una riunione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri a cui ha partecipato RETE IMPRESA ITALIA, composta dagli Artigiani, i Commercianti e gli Esercenti per affrontare in modo collegiale la problematica, riteniamo che anche a livello comunale sarebbe opportuno organizzare un tavolo di concertazione con finalità programmatiche e collaborative".

"A ciò va aggiunto che da molto tempo, immediatamente dopo l’insediamento dell’attuale Amministrazione Comunale, la Confesercenti ha richiesto l’istituzione di un tavolo permanente di Consulta del Commercio e del Turismo per affrontare assieme in modo costruttivo la programmazione degli eventi in città mettendoci a disposizione dell’assessorato di competenza. Il ruolo delle Associazioni di Categoria non deve essere mortificato, ma nello stesso interesse dell’Amministrazione, valorizzato, in quanto è attraverso una gestione condivisa che si può ottenere l’apprezzamento del lavoro svolto. L’incidente avvenuto di per se non è così grave, vista l’immediata correzione, ma va interpretato come la dimostrazione della necessità di una condivisione programmatica degli avvenimenti cittadini che coinvolgono le attività produttive", conclude Confesercenti Udine.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori