Home / Economia / Crédit Agricole lancia il 'fido di cantiere'

Crédit Agricole lancia il 'fido di cantiere'

Plafond di 100 milioni per un finanziamento innovativo finalizzato al Superbonus 110%

Crédit Agricole lancia il \u0027fido di cantiere\u0027

Un’anticipazione di cassa a sei o 12 mesi per favorire l’avvio dei lavori di ristrutturazione degli immobili con i benefici del Superbonus 110% introdotto dal Decreto Rilancio. È questo l’obiettivo del nuovo finanziamento studiato da Crédit Agricole FriulAdria per le aziende del Friuli Venezia Giulia e del Veneto operanti nel settore immobiliare e nel relativo indotto, per le quali la Banca ha deciso di mettere a disposizione un plafond di 100 milioni di euro.

L’iniziativa è frutto di accordi “triangolari” con alcune delle principali associazioni di categoria e con i consorzi di garanzia ad esse collegati, pronti ad offrire garanzie all’80%, e si inserisce nell’ambito del recente accordo nazionale tra il Gruppo Crédit Agricole Italia e Ance, l’Associazione dei Costruttori Edili che prevede per le imprese associate finanziamenti a breve termine e l’acquisto del credito d’imposta.

Alla proposta di Crédit Agricole FriulAdria hanno già aderito, e prossimamente sottoscriveranno specifici accordi, la Cna, Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media impresa, alcune organizzazioni territoriali di Confartigianato delle due regioni e i principali confidi del territorio.

L’obiettivo, molto concreto, è di supportare le aziende nella delicata fase di avvio dei cantieri che, grazie alla prospettiva delle agevolazioni consentite dal Superbonus 110%, nei prossimi mesi partiranno contemporaneamente in gran numero.

I “fidi di cantiere” pensati da Crédit Agricole FriulAdria saranno necessari, in particolare ma non solo, all’acquisto di isolanti, pannelli fotovoltaici, caldaie e altro ancora, ovvero quei componenti che l’azienda deve acquistare per effettuare i lavori di ristrutturazione finalizzati ad accrescere di due livelli la classe energetica dell’immobile e accedere alle agevolazioni nel settore edilizio.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori