Home / Economia / Economia blu e i mestieri del mare

Economia blu e i mestieri del mare

Al Sea Summit, l'assessore Rosolen ha parlato del valore strategico della formazione e di Barcolana Job

Economia blu e i mestieri del mare

Le scelte professionali e occupazionali che i giovani si trovano a fare sono da sempre legate allo sviluppo del territorio nel quale costruiscono il loro futuro.

In questa fase il Friuli Venezia Giulia sta esercitando uno sforzo importante per mettere in connessione tutte le opportunità con le quali garantire alle ragazze e ai ragazzi una preparazione innovativa all'altezza delle attuali necessità del mondo del lavoro. Per questo l'Amministrazione regionale sta sfruttando al meglio gli strumenti della Strategia di specializzazione intelligente e quelli della Programmazione comunitaria, senza trascurare gli ingenti investimenti in formazione che il Pnrr metterà a disposizione delle Regioni. Questo il concetto espresso oggi a Trieste dall'assessore regionale al Lavoro in apertura del panel di Barcolana Sea Summit intitolato "Economia blu e i mestieri del mare".

Soffermandosi su Barcolana Job, la rassegna di eventi dedicati al lavoro e alla formazione in programma fino a domani nell'ambito di Barcolana 53, l'esponente della Giunta regionale ha sottolineato il valore strategico della formazione. Considerata per troppi anni complementare o solo una fase di passaggio fra diversi periodi di occupazione, la formazione è invece fondamentale in un momento come quello attuale in cui il salto di qualità è legato in modo stretto alle competenze e alle professionalità.

Per l'assessore al Lavoro Barcolana Job rappresenta una grande occasione per conoscere l'integrazione fra tutte le opportunità offerte: dai mestieri legati al mare e alla crocieristica presentati da Costa Crociere e dalla Capitaneria di Porto fino alle offerte occupazionali di Union Energy e Saipem. Solo grazie a questa forte integrazione è possibile impostare le politiche lavorative e formative del Friuli Venezia Giulia.

In chiusura del suo intervento, l'esponente della Giunta si è soffermato in particolare sul tema dell'idrogeno verde che è in fase di definizione all'interno del Pnrr. Il Friuli Venezia Giulia si sta concentrando infatti sull'utilizzo dell'idrogeno in ambito portuale mettendo in rete gli importanti enti scientifici e tecnologici presenti sul territorio, una grande impresa come Fincantieri che ha ottenuto un consistente finanziamento europeo per sviluppare la sperimentazione in questo settore e il sistema degli Its sui cui la Regione sta investendo molto.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori