Home / Economia / Euro&Promos continua a crescere, assunte 300 persone

Euro&Promos continua a crescere, assunte 300 persone

A disposizione un plafond da 30 milioni di euro per l’acquisizione di società presenti nel comparto del facility management

Euro\u0026Promos continua a crescere, assunte 300 persone

Euro&Promos, società che vede come azionista di riferimento Sergio Emidio Bini e guidata dall’ad Alberto Tavano Colussi, mette a disposizione un plafond da 30 milioni di euro per l’acquisizione di società presenti nel comparto del facility management.

La società ha chiuso il bilancio semestrale con dati eccellenti che ne confermano la crescita sotto tutti i punti di vista. Dopo il bilancio 2020 che ha registrato il miglior anno dalla sua costituzione, sia dal punto di vista dei risultati economico-finanziari che patrimoniali (108 milioni di euro il valore della produzione, Ebitda al 11.2%), Euro&Promos prosegue l’ottimo andamento anche nei primi sei mesi del 2021: il fatturato registrato è stato di 65 milioni di euro, con un aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 37,5%. Ebitda superiore al 12%.

Euro&Promos, per accelerare la propria crescita, è pronta a mettere a disposizione risorse molto importanti e ad investire per ampliare la gamma di servizi – clearing, manutenzioni, logistica e portierato – offerti ai propri clienti sia pubblici che privati. Di conseguenza, è pronta a generare ulteriore occupazione. Anche sul fronte occupazione Euro&Promos non ha intenzione di fermarsi e i numeri confermano questo trend di crescita. L’azienda, presente in Friuli Venezia Giulia e in tutta Italia, occupa più di 5.000 persone e, rispetto al primo semestre dell’anno scorso, ha fatto più di 300 nuove assunzioni.

Recentemente è stato poi siglato l’ipotesi d’accordo sul nuovo contratto nazionale multiservizi. “Abbiamo lavorato in prima linea con le organizzazioni datoriali e sindacali. L’accordo prevede un significativo aumento in busta paga per i lavoratori. Per le aziende è sicuramente un importante investimento – spiega Tavano Colussi – ma è anche un segnale della volontà di contribuire alla ripartenza del Paese. In questo momento storico per il nostro comparto, era importante dare un segnale concreto alle lavoratrici e ai lavoratori che, con il loro senso di responsabilità, hanno saputo intervenire in ogni fase di questa pandemia. La volontà è di rendere più ordinato un settore fondamentale per la cura e la tutela di tutti, per l’economia e il lavoro”.

“Come fatto negli ultimi anni, continueremo a investire in tecnologie e formazione del personale in quanto sono elementi distintivi ad alto valore aggiunto, che permettono di fare la differenza nei servizi offerti ai nostri clienti. Da poco abbiamo sottoscritto un protocollo con l’Università di Udine per trovare soluzioni di sanificazione che sappiano coniugare l’efficacia a un basso impatto dal punto di vista ambientale. Il vero valore aggiunto è mettere a disposizione dei clienti le competenze e le soluzioni ottenute sul fronte della ricerca e dell’innovazione”, conclude Tavano Colussi.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori