Home / Economia / Fercam Udine, trasloco all’insegna della sostenibilità

Fercam Udine, trasloco all’insegna della sostenibilità

L’azienda altoatesina di trasporti e logistica rafforza la propria presenza in Fvg con la nuova sede friulana

Fercam Udine, trasloco all’insegna della sostenibilità

L’azienda altoatesina di trasporti e logistica Fercam rafforza la propria presenza in Friuli Venezia Giulia con il trasloco della filiale di Udine in un nuovo sito, resosi necessario per rispondere alla forte domanda di servizi logistici dei propri clienti locali. Sorge su un’area di 8.500 mq in posizione strategica a sud di Udine in Baldasseria Bassa, il magazzino di 2.200 mq con annessi uffici della nuova sede udinese. Per rendere più agevoli e veloci le operazioni di cross docking, carico e scarico dagli automezzi nel magazzino sono stati installati 30 portoni a sponda idraulica.

L'impianto è stato realizzato con le più moderne tecnologie atte a minimizzare l'impatto ambientale, quali illuminazione a led con domotica, impianti fotovoltaici per la produzione dell'energia elettrica consumata e impermeabilizzazione adatta al risparmio energetico.

Come le altre sedi Fercam in Italia e in Europa anche questo nuovo impianto è dotato di un impianto di videosorveglianza tecnologicamente all’avanguardia dove tramite un software specifico tutta la merce che entra nel deposito viene ripresa e registrata in tutte le fasi di movimentazione interna per prevenire qualsiasi danno o mancanza di merce. L’impianto inoltre è sorvegliato 24 ore da compagnie private che effettuano la ronda notturna.

“I nostri collaboratori in gran parte collaborano con noi da molti anni e godono della nostra massima fiducia e stima; attribuiamo grande importanza al costante aggiornamento e formazione tramite procedure aziendali atte a garantire l’incolumità e la massima sicurezza delle merci affidateci,” afferma Massimo Ghedin, Regional Manager di Fercam.

Con il trasloco della sede di Udine, Fercam è in grado di ottimizzare i propri collegamenti diretti giornalieri dall’area di riferimento verso i maggiori centri economici nazionali ed europei. Queste regioni sono di grande interesse economico non solo per la vivacità e la forte vocazione vitivinicola e produttiva delle imprese friulane e venete ma anche per l’esigenza di servizi logistici ad elevato valore aggiunto.

“I più recenti dati macroeconomici rendono ottimistici e fanno ben sperare in una ripresa dopo la forte recessione provocata dalla pandemia”, è fiducioso Ghedin. “Serviamo in particolare aziende vitivinicole e del mobile che apprezzano la nostra presenza in loco e la nostra capillare rete nazionale, oltre ai servizi di Distribuzione Internazionale che garantiscono collegamenti diretti giornalieri dall’area di riferimento verso i maggiori centri economici nazionali ed europei. Il nostro obiettivo è di garantire in questo territorio il servizio che ci contraddistingue, offrendo affidabilità e vicinanza ai nostri clienti in loco, che necessitano di un’offerta logistica adeguata a poter servire i propri clienti garantendo consegne puntuali e tempistiche su un mercato nazionale e internazionale sempre più esigente” prosegue Ghedin. Attualmente la filiale Fercam di Udine cura direttamente la raccolta e la distribuzione di merce per le province di Udine, Gorizia e Pordenone.

L’investimento sulla nuova filiale Fercam creerà sicuramente nuove opportunità di lavoro che si andranno a sommare all’attuale organico composto da 40 collaboratori tra dipendenti diretti d’ufficio e collaboratori indiretti per lo smistamento delle merci e guida dei mezzi per la raccolta e distribuzione.

“Tutti i nostri subvettori hanno provata competenza professionale e nel corso degli anni abbiamo instaurato con loro degli ottimi rapporti di collaborazione imperniati sul rispetto e sull’affidabilità reciproca. E’ nostra convinzione che come azienda di servizi il fattore umano è particolarmente importante, in quanto è la persona che rende il servizio un servizio ottimale,” conclude Ghedin.

Da sempre molto attenta alla sostenibilità e a ridurre al minimo l’impatto ambientale delle proprie attività, Fercam sta investendo su una strategia di rinnovamento in chiave green della flotta, così come su ottimizzazione nell’organizzazione di stoccaggio e distribuzione merci, che vede coinvolti sul medio termine (ossia con raggiungimento degli obiettivi aziendali nel 2025) sia i veicoli sia i magazzini dell’operatore logistico altoatesino.

Il pilota del progetto Emission Free Delivery (distribuzione delle merci senza rilasciare alcuna sostanza inquinante prodotta da motori endotermici) è stato avviato presso la filiale Fercam di Roma. A valle del primo test, sarà esteso a tutte le filiali nazionali dell’azienda, incluso il nuovo impianto di Udine.

Alla base del progetto pilota Fercam come primo step del progetto ha deciso di avviare una collaborazione con il Cnr Itae (Istituto di tecnologie avanzate per l’energia) per realizzare nuove tipologie di powertrain per i propri tir e furgoni, ricorrendo al biometano e all’idrogeno accoppiato all’elettrico, allo scopo di individuare la tipologia di veicolo free emission più adatto alla distribuzione merci all’interno delle città.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori