Home / Economia / Fincantieri punta ad aggiornare le competenze dei lavoratori

Fincantieri punta ad aggiornare le competenze dei lavoratori

Sottoscritti con Fim, Fiom e Uilm e il Coordinamento sindacale nazionale gli accordi per accedere al Fondo del Dl Rilancio

Fincantieri punta ad aggiornare le competenze dei lavoratori

Fincantieri e le società controllate Cetena e Isotta Fraschini Motori hanno sottoscritto, all’Unione Industriali di Roma, con Fim, Fiom e Uilm nazionali e l’Esecutivo del Coordinamento sindacale nazionale, gli accordi sindacali per accedere al Fondo nuove competenze di cui all’articolo 88 del Decreto Legge “Rilancio” del 2020 e successive proroghe.

L’obiettivo degli accordi è quello di aggiornare e potenziare le competenze dei lavoratori al fine di supportare e accelerare i processi di transizione ecologica e digitale, indispensabili per consolidare la posizione di mercato e per cogliere le opportunità di business nei settori di interesse.

Le principali aree di intervento dei progetti formativi saranno l’innovazione di prodotto e processo in ottica digital e green, l’efficientamento energetico e l’utilizzo di risorse sostenibili e la promozione dell’economia circolare. Il progetto prevede il coinvolgimento di circa 5.500 dipendenti, con qualifica di quadro, impiegato e operaio, per un monte ore totale di rimodulazione dell’orario di lavoro di circa 375.000 ore.

L’accordo odierno assume una rilevanza strategica non solo perché collegato a temi quali la transizione digitale e green, ma anche perché fortemente connotato da contenuti di sostenibilità, in coerenza con quanto previsto dal recente contratto integrativo aziendale sottoscritto con Fim, Fiom e Uilm.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori