Home / Economia / Friulchem prosegue il percorso di crescita

Friulchem prosegue il percorso di crescita

Approvata la semestrale, con ricavi a 17 milioni, in aumento dell’81%

Friulchem prosegue il percorso di crescita

Il Consiglio di Amministrazione di Friulchem, riunitosi sotto la presidenza di Alessandro Mazzola, ha approvato la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2022, sottoposta a revisione contabile limitata.

“Chiudiamo il primo semestre soddisfatti del lavoro svolto e degli obiettivi raggiunti” ha commentato Disma Giovanni Mazzola, Amministratore Delegato di Friulchem. “Stiamo vivendo un periodo impegnativo a livello economico, politico e sociale. La Società prosegue nel suo percorso di crescita, credendo nel proprio modello di business e nella strategia di sviluppo, come confermano i dati economici che evidenziano un significativo aumento dei ricavi e dell’EBITDA. Continueremo a investire in R&D e porteremo avanti i nostri progetti per offrire soluzioni uniche, e di elevata qualità, per confermare il nostro ruolo di partner affidabile e la nostra expertise nel mercato veterinario, a livello nazionale e internazionale, cercando anche nuove opportunità e sinergie per accrescere il nostro business”.

I ricavi delle vendite sono pari 17 milioni di euro, in aumento dell’81%, confermando il trend di crescita avviato negli ultimi 3 anni rispetto al 30 giugno 2021 (9,4 milioni). La crescita organica è stata circa del 34%, mentre l’acquisizione ha contribuito per circa il 43%. I risultati riflettono il positivo andamento di tutti i settori in cui opera il Gruppo.

Il valore della produzione risulta pari a 17,9 milioni, +86,5% rispetto al 30 giugno 2021 (9,6 milioni). I costi della produzione al 30 giugno 2022 risultano pari a 17,1 milioni e registrano un incremento del +88% rispetto al valore dello scorso anno, dovuto sia all’aumento del valore della produzione di Friulchem S.p.A. sia ai costi di FC France non presenti nella semestrale del periodo precedente.

L’EBITDA al 30 giugno 2022 si attesta a 0,9 milioni, aumentato del +80% rispetto al 30 giugno 2021. L’ EBITDA Margin si attesta al 4,7% in calo rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente (4,9%), dovuto all’aumento delle materie prime, tra cui API (Active Pharmaceutical Ingredients), energia, gas naturale, alluminio, azoto, ecc e dei servizi come i trasporti e lavori conto terzi. Al netto di tali impatti, la marginalità avrebbe riscontrato un aumento rispetto allo scorso anno confermando la positiva performance operativa del Gruppo.

A partire dal mese di gennaio 2022, l’intensificarsi delle tensioni internazionali con l’inizio del conflitto in Ucraina il 24 febbraio, stanno continuando a creare importanti ripercussioni sui mercati internazionali, in termini di andamento dei mercati finanziari e sui prezzi delle commodities. Per il Gruppo Friulchem, che non opera direttamente in Russia, il mercato russo rappresenta circa il 0.01% del fatturato.

Il contesto di riferimento rimane, quindi, a oggi caratterizzato da rilevanti incertezze dovute non soltanto alla diffusione di varianti del Covid-19 (che stanno particolarmente influenzando il mercato cinese), ma anche all’evolversi del contesto geopolitico internazionale. Tuttavia, gli ordini al 30 giugno 2022 attestano una tendenza in linea con gli obiettivi aziendali. Sulla base dello scenario, il Gruppo proseguirà per l’intero esercizio 2022 nell’implementare con determinazione le azioni volte al contenimento dei costi, in particolar modo monitorando sia le dinamiche inflazionistiche che impattano sulle materie prime che sui costi dell’energia. Il nuovo impianto fotovoltaico che dovrebbe diventare attivo nei prossimi mesi aiuterà certamente in questa direzione.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori