Home / Economia / Il Nord Est guarda al Far East

Il Nord Est guarda al Far East

Lunedì 29 luglio a Lignano si apre la nona edizione di Economia sotto l’Ombrellone. Si parlerà di 'Cina e Via della Seta, rischio o opportunità?'

Il Nord Est guarda al Far East

“Cina e Via della Seta, rischio o opportunità?”. Si apre con una domanda la nona edizione di Economia sotto l’Ombrellone, la rassegna estiva proposta da Eo Ipso per affrontare temi di attualità in un clima informale. Lunedì 29 luglio, al Beach Aurora di Lignano Sabbiadoro - località Lignano Pineta, si guarderà alla Cina e all’Asia Orientale, un Far East che non è poi così lontano dal Nord Est italiano.

Nell’ultimo decennio infatti le imprese distrettuali del Triveneto hanno aumentato le esportazioni di quasi il 62% (fonte, Monitor dei Distretti del Triveneto di Intesa Sanpaolo - aprile 2019), dato che per i distretti del Friuli Venezia sale al 68%. La sola Cina, che rappresenta il quinto mercato di sbocco dopo Germania, Stati Uniti, Francia e Spagna, vale quasi 1,2 miliardi di euro (anno 2018) e ha fatto segnare nel solo ultimo anno un incremento del 5,2%. Inoltre a sancire l’importanza della Via della Seta vi è anche il recente patto fra le dogane di Shanghai, Trieste e Venezia che è stato siglato a inizio luglio e che si propone di migliorare le operazioni commerciali e contrastare le frodi.

L’incontro di lunedì 29 luglio, che è moderato dal giornalista e responsabile editoriale Nordest di Eo Ipso Carlo Tomaso Parmegiani, vede l’intervento di tre professionisti e imprenditori: Daniele Pezzali, manager, che nel libro “Da via Paolo Sarpi all’Oriente” ha raccolto la sua esperienza: quella di una persona nata nella China Town milanese ma che il lavoro ha portato spesso in Oriente, fino a Hong Kong dove ha vissuto per sei anni, per rientrare poi in Italia e scegliere Treviso come propria città; Denis Vigo, titolare della DVS di Bassano del Grappa, azienda che si è ritagliata un posto di primo piano nel settore delle tastiere e degli stampaggi plastici e che ha recentemente acquisito la Vycom di Hong Kong; Marco Tam, presidente del Greenway Group, realtà friulana che opera nel settore dell’energia pulita e protagonista di un progetto per portare il vino interamente green di “Filare Italia” in Cina.

L’incontro si svolge al Beach Aurora, lungomare Alberto Kechler 18/A - località Lignano Pineta, Lignano Sabbiadoro con inizio alle 18.30. Al termine è previsto un aperitivo per incontrare i relatori in modo informale. La partecipazione è libera.

La nona edizione di Economia sotto l’Ombrellone è organizzata da Eo Ipso - comunicazione ed eventi ed ha il patrocinio del Comune di Lignano Sabbiadoro e Turismo FVG. Main sponsor: Greenway Group; sponsor: Ombrellificio Ramberti, IS Copy Trieste, Dvs, Glp, Confindustria Udine, Zulu Medical, RealComm e Karmasec; sponsor tecnici: Fondazione Villa Russiz, Lignano Pineta, Porto Turistico Marina Uno e Hotel Ristorante President.

I prossimi incontri:

Lunedì, 5 agosto ore 18.30: “Investire al tempo dei dazi”, con Mario Fumei - Consulente Finanziario, Gianluca Scelzo - Consigliere delegato Copernico Sim e Vincenzo Marotta - Responsabile Private Udine e Pordenone Monte Paschi Siena.

Lunedì 19 agosto ore 18.30: “Dati sensibili in sanità e sicurezza informatica” con Manuel Cacitti - Amministratore delegato di Karmasec Srl, Michele Bava - Data protection officer dell’Irccs Burlo Garofolo di Trieste e Riccardo Furlanetto - Socio e responsabile commerciale Zulu Medical Srl.

Lunedì 26 agosto ore 18.30: “Il lavoro c’è. Come trovarlo?” con Daniele Arman - Responsabile risorse umane Bofrost Italia Spa, Denis Magro - Amministratore unico di Run4job Srl e Giorgio Ardito - Presidente Lignano Pineta Spa.

Al termine di ogni incontro aperitivo offerto dalla Fondazione Villa Russiz.


0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori