Home / Economia / Innovazione e competenze, la chiave per la ripartenza

Innovazione e competenze, la chiave per la ripartenza

L’operosità e la dedizione al lavoro potrebbero non bastare. Friuli Innovazione partner per la competitività delle imprese

Innovazione e competenze, la chiave per la ripartenza

“Gli effetti della crisi innescata dal Covid19 non si sono fatti attendere e, in Italia, l’industria e i servizi risentono pesantemente del basso livello di fiducia nella ripresa dei consumi e degli investimenti. L’export è fortemente condizionato dal clima di incertezza generale a livello mondiale e l’Eurozona è ancora nel tunnel", spiega Dino Feragotto, Amministratore Unico di Friuli Innovazione .

"Dati macro che dipingono un quadro a tinte scure, ma non dobbiamo dimenticare che viviamo nella regione più innovativa d’Italia (Innovation Index elaborato dalla Commissione Europea, il Friuli Venezia Giulia è l’unica regione in Italia qualificata come “strong innovator”, ndr) e con questa consapevolezza le imprese possono affrontare la crisi, ricostruendo le filiere produttive e innovando i propri modelli di business”.

Tutto il Paese vive una fase delicata e l’innovazione rappresenta, oggi più di ieri, un fattore chiave cui le aziende del territorio devono guardare con fiducia e consapevolezza. Nuove tecnologie, nuovi modelli di business e trasformazione digitale saranno i veri motori della ripartenza e si candidano ad essere temi imprescindibili per lo sviluppo delle imprese sui mercati nazionali ed esteri. Friuli Innovazione, grazie alla dinamicità che la contraddistingue, ha attivato tempestivamente iniziative per supportare le imprese nel ripensare le proprie strategie ed esplorarne di nuove e, non meno importante, essere sempre aggiornate su le misure di Finanza agevolata.

“In questo momento per gli imprenditori è più che mai importante ampliare la propria visione, esplorare nuove strade e aprirsi a nuovi stimoli", commenta Franco Petrigh, Direttore di Friul Pallet  che ha aderito ad una delle recenti iniziative dell’InnovAction platform. "Può essere faticoso poiché, per me e per molti imprenditori, si tratta di un’attività non rutinaria ma dobbiamo necessariamente trovare il tempo per acquisire nuove competenze. Personalmente, grazie ad un’iniziativa Friuli Innovazione, ho approfondito il tema della service innovation e si è rilevata un’opportunità di confronto e condivisione con professionisti che mi hanno offerto utili spunti e hanno aperto anche nuove opportunità di business”.

Anche nel mese di luglio le imprese possono esplorare il tema dell’innovazione con il ciclo di webinar “Guardiamo avanti! Idee ed esperienze per orientarti”, in programma tre incontri: il 15 luglio appuntamento con un focus sui benefici produttivi e vantaggi economici determinati dall’adozione della tecnologia additiva (iscrizioni entro le 15.00 del 15.07.2020), il 23 luglio un incontro dedicato a “smart products e service innovation” ed il 28 luglio un approfondimento sulle opportunità di  Digital Transformation (info : https://friulinnovazione.it/it/consulenza-e-supporto/imprese/guardiamo-avanti-idee-ed-esperienze-orientarti/).

Una seconda iniziativa offre alle imprese percorsi di accompagnamento gratuiti dedicati all’approfondimento dell’Additive Manufacturing ed a “Smart Product”;  la richiesta di adesione può essere fatta scrivendo a comunicazione@friulinnovazione.it.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori